Pontina

 L’associazione Impresa, Associazione Nazionale dell’Industria e delle piccole e medie imprese aderente al sistema delle Confcommercio, ha scritto una lettera indirizzata ai vertici dell’Anas  per chiedere interventi urgenti di manutenzione e messa in sicurezza della Pontina: “La mancanza di questa fondamentale infrastruttura viaria, strategica al livello nazionale in quanto collegamento fondamentale del centro sud con il centro nord del Lazio nuoce ormai da anni gli imprenditori e i cittadini della nostra regione. Il peso maggiore di questa mancanza ricade sugli imprenditori in particolare quelli della provincia di Latina la quale dal punto di vista economico arretra ormai da anni rispetto a quei distretti industriali che diversamente sono dotati di un collegamento con l’autostrada. Gli imprenditori non sanno più come farsi ascoltare dalla politica ed è stato fatto già tutto, decine di tavoli con tutte le parti sociali, bloccate le strade, sono state fatte 1000 manifestazioni di protesta senza alcun risultato. Questa volta considerando la posizione della Regione Lazio e le recenti dichiarazioni del Ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti Paola De Micheli, sembrano chiare le intenzioni sulla realizzabilità della Roma – Latina, tuttavia gli imprenditori temono fortemente che i soliti ingorghi burocratici e i contenziosi giuridici possano procrastinare all’infinito l’inizio dei lavori dell’opera. Considerato che per i prossimi anni continueremo a circolare sulla Pontina, la scrivente associazione chiede all’Anas di potenziare a tutti i livelli la messa in sicurezza della strada, considerando che recentemente, dopo la conclusione del lockdown, si sono verificati nuovi gravi incidenti automobilistici. Prendiamo atto che l’Anas ha già provveduto ad alcuni interventi importanti quali ad esempio il rifacimento del manto stradale, ma ciò non è sufficiente a garantire la massima sicurezza per gli automobilisti su un’arteria così importante e affollata. Infatti vi segnaliamo: che stanno crescendo ai lati della strada alberi ed arbusti pericolosi i cui rami spesso invadono il centro della carreggiata; che in alcuni tratti del tracciato risultano inesistenti i guardrail e che lo sfalcio degli arbusti non è stato ancora effettuato producendo problemi sulla corretta visibilità della strada. Chiediamo di rivedere quanto prima i limiti di velocità in quanto quello imposto di 60 km orari non è compatibile con le reali esigenze e necessità dei cittadini che percorrono ogni giorno la strada e non può essere strumento corretto per gestire la sicurezza. Sarebbe stato auspicabile provvedere alla suddetta manutenzione della Pontina nel periodo del lockdown visto la scarsissima circolazione in quel lungo periodo. Sappiamo che l’Anas, fino a quando non partiranno i primi lavori della Roma – Latina, si è impegnata a rendere la Pontina una strada quanto più sicura possibile e per questo motivo vi chiediamo per nome e per conto di tutti gli imprenditori che rappresentiamo, a prendere in considerazione le nostre segnalazioni, convinti che un costruttivo e costante rapporto di confronto e collaborazione possano migliorare ed efficientare al massimo tutti gli interventi di manutenzione della Pontina per il raggiungimento dello scopo comune che è la tutela della sicurezza dei cittadini.”

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui