L’associazione di volontariato “Rivalutiamo Marina di Ardea” merita un degno riconoscimento

15555045_10202303689711061_873608496_nIl dott. Michele Di Stefano, è Presidente dell’Associazione di Volontariato No Profit denominata “RivaluTiAmo Marina di Ardea”, (gli altri membri del direttivo sono il Vice Presidente Roberta Macinanti e il Segretario Economo Dante Grilli), che si occupa prevalentemente della Tutela, Salvaguardia dell’Ambiente, Promozione del Sociale e Turismo, lo abbiamo incontrato presso il Golf Club Marediroma, (situato a metà strada tra Ostia ed Anzio, a pochi metri dalle spiagge di Marina di Ardea), ed è sorta una conversazione interessante.

Dott. Michele Di Stefano, per quali ragioni principalmente è sorta la vostra Organizzazione?
La nostra Organizzazione denominata Associazione “RivaluTiAmo Marina di Ardea”, è sorta dalla volontà di un gruppo di cittadini stanchi di vivere in un quartiere dormitorio, desolato, abbandonato a sè stesso nel pieno degrado dalle istituzioni.
Quali sono i vostri obiettivi?
Il nostro obiettivo è quello di rivalutare e riqualificare le risorse naturali del nostro territorio rutulo, sia dal punto di vista turistico balneare e sia dal punto di vista culturale, storico, mitologico, archeologico.
Partendo dalle origini mitologiche della nostra Città rutula.
Il mito ha elaborato varie versioni sulle vicende della fondazione della città di Ardea, legate al racconto dello sbarco di Enea sulle nostre coste di Ardea, il luogo fu scelto in corrispondenza di una ripida rupe tufacea, scoperta risalendo il fiume Incastro su una piccola imbarcazione.
Ovidio riferisce l’origine del nome di Ardea all’alzarsi in volo di un airone cenerino (ardea cinerea) dopo l’incendio e la distruzione della città ad opera di Enea, vittorioso sul re rutulo Turno.
« Turno muore. Ardea cade con lui, città fiorente finché visse il suo re. Morto Turno, il fuoco dei Troiani la invade e le sue torri brucia e le dorate travi. Ma, poi che tutto crollò disfatto ed arso, dal mezzo delle macerie un uccello, visto allora per la prima volta, si alza in volo improvvisamente e battendo le ali, si scuote di dosso la cenere. Il suo grido, le sue ali di color cenere, la sua magrezza, tutto ricorda la città distrutta dai nemici. Ed infatti, d’Ardea il nome ancor gli resta. Con le penne del suo uccello Ardea piange la sua sorte » (Ovidio, Metamorfosi, XV).

A distanza di millenni, vogliamo che Ardea risorga come l’Araba Fenice. E’ un’impresa grande, sappiamo che da soli non potremmo mai realizzare questo sogno. Proprio per questo motivo chiediamo la partecipazione attiva dei cittadini e la collaborazione con le altre realtà, Associazioni, Comitati di Quartiere che sentono il vero bisogno di un cambiamento radicale e della rivalutazione della nostra Città.

Quali sono le iniziative che avete intrapreso come associazione?

Le iniziative sono soprattutto quelle che ho accennato precedentemente, di tutela e salvaguardia dell’ambiente, purtroppo non esiste una grande educazione civica in tal senso da parte dei cittadini, pertanto l’intenzione in futuro, è quella di programmare dei seminari specifici, per far capire al sociale quanto è importante l’ambiente in cui viviamo. Poco tempo fa inoltre, abbiamo inaugurato due parchi pubblici che in precedenza erano vere e proprie discariche, ed essendo noi un’organizzazione di volontariato no profit è stato necessario autotassarci. Avere discariche a cielo aperto sotto casa non è né bello né piacevole per chi ci vive e chi transita, ma la nostra grande soddisfazione è stata quella di riuscire a realizzare anche un parco per bambini. Ovviamente se ci fosse qualche benefattore in grado di donare o sponsorizzare i giochi (tipo, altalene, scivoli e quant’altro), ne saremmo veramente grati, nel parco di Largo Nicosia, è stato anche considerato uno spazio per adulti, con delle panchine a disposizione. Poi successivamente è stato realizzato un altro giardino, denominato “Parco di Via Firenze” sempre a Marina di Ardea, che anche in questo caso è stato ricavato da una discarica in una foresta praticamente impenetrabile e questa bonificazione della zona, è stata veramente un grosso impegno da parte di noi tutti, anche per la quantità di vecchi materiali che si gettavano all’interno della discarica, dalle lavatrici, ai wc semidistrutti ecc. L’inaugurazione di questi due parchi, è stato effettuato come vuole la prassi, con il taglio del nastro alla presenza del Sindaco, degli Assessori e della Giunta comunale, per questo ci tengo ad affermare, nonostante le pochissime offerte da parte dei cittadini, è stata importante per noi, la gratificazione e l’affetto della comunità per queste opere realizzate.

E’ in estate che si festeggia il quartiere di Marina di Ardea?

Si in estate ormai è diventata consuetudine festeggiare il quartiere il 13-14-15 Agosto, con le giornate denominate “Ferragosto a Marina di Ardea”, dove come in altre località si espongono bancarelle varie, inoltre il palco al centro del quartiere, consente la partecipazione di artisti di vario genere.
Anche per queste iniziative, il Comune non ci sostiene in alcun modo per realizzare tali festeggiamenti, eventi di cui ne beneficia l’intera cittadinanza e i turisti, in quanto le spese sono sempre non indifferenti. Speriamo che per il prossimo anno, qualcuno si renda conto dello sforzo e ci possa accordare “un piccolo aiuto”.
Rino Sortino

- No Comments on this Post -

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *