L’apertura delle Dimore Storiche del Lazio: grande partecipazione

Palazzo Caetani di Cisterna

Complice anche la giornata di festa la prima delle quattro giornate dell’apertura delle Dimore Storiche del Lazio sono stati importanti: 12 mila visitatori in tutto il Lazio. Quattro giornate di apertura straordinaria e gratuita, fino al 28 aprile, con un ricco programma di spettacoli e percorsi di scoperta delle tipicità enogastronomiche del territorio. Tantissimi gli eventi che sono in programma anche nella provincia di Latina, da Cisterna a Priverno, da Formia a Minturno.  Ha dichiarato il presidente della Regione Lazio Nicola Zingaretti:  “Valorizzare il patrimonio culturale della Regione Lazio è uno degli obiettivi su cui punta, da sempre, la nostra amministrazione la grande partecipazione e l’entusiasmo del pubblico, già in questa prima giornata, ci confermano che sostenere la bellezza e valorizzare il patrimonio culturale sono gli strumenti vincenti. L’istituzione della Rete delle Dimore Storiche è stata concepita proprio per dare la possibilità al maggior numero di persone di ammirare la grande bellezza del Lazio, territorio con la più grande concentrazione di beni culturali e naturali al mondo”. L’iniziativa è realizzata con il supporto di Lazio Innova e la collaborazione di ATCL – Associazione Teatrale fra i comuni del Lazio, ARSIAL – Azienda Regionale per lo Sviluppo e l’Innovazione dell’Agricoltura nel Lazio, Agro Camera, I.R.Vi.T. – Istituto Regionale Ville Tuscolane, Associazione Dimore Storiche Italiane e Associazione Parchi e Giardini d’Italia. Ha detto l’assessore al Turismo e alle Pari Opportunità della Regione Lazio, Lorenza Bonaccorsi:  “Dodicimila persone nella sola giornata del 25 aprile hanno risposto alla nostra iniziativa scegliendo di visitare almeno uno degli 80 siti dell’immenso patrimonio di dimore, ville, parchi e giardini storici del Lazio, luoghi di grande fascino e incanto straordinariamente aperti fino a domenica 28 aprile accompagnati anche da un ricco programma di eventi musicali e degustazioni enogastronomiche. L’entusiasmo del pubblico conferma che la scelta della Giunta Zingaretti di lavorare per costruire intorno alla cultura e alla bellezza un sistema turistico competitivo, è quella giusta. Seguiteremo su questa strada puntando sui temi del viaggio lento, attivo e sostenibile, fatto di esperienze da vivere in ogni stagione per dare spazio alle grandi potenzialità dei nostri territori. Realizzeremo altre iniziative e progetti all’insegna della valorizzazione del grande patrimonio culturale del Lazio sempre con il supporto dell’Agenzia Regionale del Turismo, Lazio Innova, Agrocamera, Arsial e con la preziosa collaborazione dell’associazione della Rete delle dimore storiche del Lazio e dell’associazione Parchi e Giardini d’Italia”.

Articoli Correlati

- No Comments on this Post -

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *