Anitrella – Formia

ANITRELLA: Lisi, Cocco, Merolle, Bianchi, Silvestri (10’st Rosato), Lombardi, Carfora, Fortini, Carmassi, Cerroni, Alfonso (1’st Grossi). A disp.: Sbardella, Belli, Fontana, Fofana, Sera. All.: Bottoni.

FORMIA: Raso, Agrillo, Festa, D’Aprile (20’st Petronzio), Battaglia, Autiero, Tortora (45’ st Cannella), Sarr, Zaccaro, Milone, Basso. A disp.: Avgul, Pasquale, Luchetta, Nulli, Morrone, Della Corte, Galli. All.: Pernarella.

Arbitro: Daddato di Barletta

Assistenti: Serra-Pepe

Rete: 20’ st Cerroni (rig.)

Note: ammoniti Silvestri, Fortini (A), Zaccaro, Agrillo (F); recupero 0’pt, 3’st

Niente da fare per il Formia, incappato per la seconda sconfitta consecutiva che ha messo in forse la possibilità di poter accedere almeno al terzo posto utile per la fase play offe che consente alle seconde e alle terze classificate di ogni girone di potersi giocare la possibilità ulteriore di vincere il pass per il campionato d’Eccellenza. E si che il Formia, a differenza della partita casalinga di domenica scorsa disputata in casa contro il Monte san Biagio, perdendola per altro, questa volta, in un campo veramente ridotto male, la squadra biancoazzurra si è comportata più che dignitosamente, ma questa volta ad abbatterla è stato un fallo di rigore concesso alla squadra di casa da parte dell’arbitro pugliese Daddato e trasformato dal numero 10 Cerroni. Adesso il Formia si trova lontano dalla prima della classe distanziato di ben 7 lunghezze di svantaggio e domenica si ritroverà nel suo impianto ad ospitare il Real Cassino, altro brutto cliente che ha sconfitto all’andata i formiani per il punteggio di 2 a 0.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui