banner 728x90
Carmela Cassetta

Una candidata che si è gettata nella mischia, la candidata del PD di Santi Cosma e Damiano Carmela Cassetta, consigliera comunale d’opposizione, che ha tirato le somme per l’andamento di questa campagna elettorale che per lei si è chiusa al terzo posto con 4983 voti dietro Salvatore La Penna con 7333 voti e Enrico Maria Forte con 6712: “E’ stata una delle esperienze più belle della mia vita, per l’arricchimento umano legato alla conoscenza di tante e nuove persone, luoghi e situazioni. Per una donna che si affaccia ad una competizione così grande per la prima volta è un risultato molto importante, soprattutto in confronto ad altre donne con una storia politica più lunga della mia.” Domma e madre, perfettamente in linea con i tempi che hanno visto esplodere progressivamente una nuova concezione del mondo femminile attraverso rinverdite dinamiche di complicità, il sostegno di tantissime donne amministratrici del Pd e non, è quanto più ha emozionato la Cassetta che fa fortemente leva proprio sulla “forza delle donne”. D’altro canto il momento peggiore dell’ultima campagna elettorale è stato proprio quando i suoi punti di forza sono diventati per alcuni pretesto per offendere con messaggi volgari che, come in ogni circostanza e per chiunque, qualificano solo chi li scrive. Ed è proprio il suo successo, con le variabili che la riguardano personalmente, a determinare in lei anche il nuovo modo di concepire il futuro politico individuale e del suo partito, parlando di “rigenerazione anagrafica”. Ha spiegato ancora la Cassetta : Non si tratta di ‘rottamazione’, non c’è nessuna volontà di estromettere le persone più avanti con l’età. E’ piuttosto una rigenerazione, che possa vedere giovani inserirsi con la loro capacità di tenere i nuovi frenetici ritmi della politica, ma senza che mai venga meno accanto a loro il supporto dell’esperienza dei più longevi”,  la quale colloca questo atteggiamento nell’ambito di un partito che agisca in una prospettiva più inclusiva, che non si chiuda nelle stanze, ma si porti per le strade, tra la gente, nella loro quotidianità. Insomma un andamento che faccia investire su quello che la Cassetta definisce “contatto diretto”: “Quello elettorale per me è un punto di partenza e non di arrivo in famiglia chi ha fatto politica mi ha sempre insegnato che la ‘campagna elettorale comincia il giorno dopo i risultati’ e per me vale lo stesso.  Ringrazio tutti quelli che mi hanno sostenuto, quindi, e proseguo nella mia vita politica con tutti gli impegni nel partito, nel mio Comune e come membro del direttivo regionale Anci Lazio”.

 

 

banner 728x90