Consiglio comunale dei bambini

C’è stata una cerimonia che si è volta al Comune di Latina dove l’Amministrazione comunale l’amministrazione ha salutato il Consiglio Comunale dei bambini e delle bambine le cui attività vengono temporaneamente messe in pausa in concomitanza con il periodo estivo. Alla presenza delsindaco Damiano Coletta, dell’Assessore alla Partecipazione Cristina Leggio e dei rappresentanti delle scuole, i componenti del Consiglio, accompagnati dai rispettivi genitori, hanno ricevuto una medaglia come riconoscimento per l’impegno istituzionale assunto, in giovanissima età, dalla nascita di questo progetto. Il Consiglio Comunale dei bambini e delle bambine è stato istituito nel novembre scorso ed è nato dall’intuizione del professor Francesco Tonucci, ricercatore del Cnr e ideatore della rete internazionale “La città dei bambini e delle bambine”. Il primo cittadino ha anche consegnato un riconoscimento alla facilitatrice Emilia De Nardis che ha ricevuto una pergamena per l’impegno costante messo in campo in questo percorso. Ha detto il sindaco Coletta: “Abbiamo trascorso un periodo molto difficile e il lockdown non ci ha permesso di incontrarci di persona per un bel po’ di tempo. Nonostante ciò, il Consiglio dei bambini e delle bambine ha continuato a riunirsi settimanalmente utilizzando, proprio come noi adulti, gli strumenti tecnologici a disposizione. È stato importante continuare ad ascoltare la vostra voce e le vostre proposte. Non posso che ringraziarvi, il Sindaco e la Città hanno bisogno della vostra visione.” Ha dichiarato l’Assessore Leggio: ” È stato un lavoro importante quello fatto dal Consiglio in questi mesi così come è stato attento e serio l’ascolto che abbiamo dato alle istanze presentate per trasformarle in politiche e azioni per la comunità. È questo lo spirito con il quale abbiamo avviato questa esperienza, prendendola sul serio. Ora l’obiettivo è allargare il numero di scuole aderenti al progetto per poi riavviare l’attività del Consiglio a settembre e promuovere l’istituzione dei Consigli dei bambini e delle bambine in ogni scuola.”



LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui