Tamponi

Nella giornata del 3 marzo nel Lazio oltre 37mila test sono stati registrati  1.520 casi positivi (+332 rispetto al 2 marzo), 35 i decessi (+6) e +1.491 i guariti. Ha commentato l’assessore D’Amato: “Diminuiscono i ricoveri, mentre aumentano i casi, i decessi e le terapie intensive. Il rapporto tra positivi e tamponi è a 10%, ma se consideriamo anche gli antigenici la percentuale è al 4%. La curva dei casi è in ascesa, occorre mantenere rigore nei comportamenti”. Sul totale dei 237.980 casi esaminati nel Lazio gli attuali positivi sono 35.789. Di questi, 1828 sono ricoverati, 237 in terapia intensiva, 33274 in isolamento domiciliare. I guariti sono invece complessivamente, da inizio pandemia, 196.216, 5.9975 invece i pazienti che hanno purtroppo perso la vita a causa del covid. Ha spiegato l’assessore regionale alla Sanità Alessio D’Amato: “Gli ultimi dati elaborati dal Dep – Dipartimento di Epidemiologia del Lazio dimostrano come a partire da inizio febbraio nelle classi di età più anziane si registra una forte riduzione dell’incidenza nella fascia di età 80-84 anni che passa da 13.5 a 8.6 nuovi casi per 10mila abitanti e nella fascia over 85 anni che passa da 13.9 a 10.5 nuovi casi per 10 mila abitanti. E’ evidente inoltre una riduzione del tasso di mortalità che passa da 2.13 a 1.54 ogni 10mila abitanti. Il Lazio è la Regione che ad oggi ha vaccinato più anziani raggiungendo quota 140 mila over 80 vaccinati”.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui