Legenda

Sono stati registrati nella giornata del 23 giugno 8 nuovi casi positivi e due decessi nel Lazio: tutti sono concentrati nella Capotale e nella provincia di Roma, mentre si confermano a zero casi tutte e quattro le altre province. Continua a calare il numero delle terapie intensive che oggi sono 7 di meno, 16 in totale. Ha ricostruito l’assessore alla Sanità della Regione, Alessio D’Amato: “Tre dei casi odierni sono riferiti ad una coda del focolaio del San Raffaele Pisana in un cluster famigliare, al di fuori dunque della struttura, che ha riguardato un infermiere posto in isolamento domiciliare. Ad oggi effettuati oltre 5 mila test per il controllo del focolaio del San Raffaele che raggiunge un dato complessivo di 122 casi positivi. Sono stati effettuati i secondi tamponi presso lo stabile di piazza Pecile (Garbatella) sono tutti negativi il cluster è chiuso. Un caso odierno è riferito all’Istituto religioso Teresianum a Roma ed è stato posto in sorveglianza sanitaria”.  Con gli 8 nuovi casi, sale a 8033 il numero totale dei casi da inizio pandemia. Sono invece scesi sotto i 900 – sono 886 – gli attuali positivi: di questi 686 sono in isolamento domiciliare, 184 sono ricoverati non in terapia intensiva e 16 come detto sono in terapia intensiva. Due i decessi che fanno salire il totale a 832. Crescono i guariti che nelle ultime 24 ore sono stati 65, raggiungendo un totale complessivo di 6315. 



LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui