Questi sono forse tra i giorni più difficili vissuti dalla comunità di Roccagorga, dove si è registrato un importante aumento del numero dei casi di covid, è voluta intervenire direttamente il sindaco Nancy Piccaro che oltre a spiegare nel dettaglio la situazione ai cittadini, non nascondendo neanche la possibilità di nuove misure più restrittive, ha rivolto loro anche un appello. Già nelle scorse ore il primo cittadino ha emanato un apposita ordinanza con cui ha disposto la sospensione della didattica a distanza in presenza di tutte le scuole  e la chiusura dell’asilo nido comunale, proprio per cercare di contenere la diffusione dei contagi: “La comunità di Roccagorga sta vivendo un periodo molto delicato. In questi ultimi giorni si è verificato un aumento esponenziale del numero dei contagi da Covid-19. Il campanello d’allarme sono stati i primi contagi della scuola dell’infanzia, che prontamente è stata messa in sicurezza, le attività sospese e i bambini della classe sotto osservazione sono stati testati. Purtroppo alcuni sono risultati positivi. La cosa particolare è che nei familiari di alcuni bambini negativi si stanno sviluppando positività, ma non si è capito se ciò derivi da contatti esterni o se i bambini potrebbero essere stati positivi asintomatici ed ora sono ormai negativizzati. Non è facile individuare il giusto tracciamento, probabilmente ci sono stati positivi asintomatici che hanno inconsapevolmente diffuso il virus, senza considerare che poi ci sono i contagi intrafamiliari, i lavorativi. Ora è stato riscontrato anche un cluster in una casa di riposo, anche qui sembrerebbe nato da un operatrice che aveva a casa un bambino positivo asintomatico. Purtroppo stiamo scoprendo un aspetto nuovo e cioè il virus che prima risparmiava i bambini adesso, invece, sembra aver mutato modalità di trasmissione e si diffonde anche ai bambini e tra i bambini. Il momento è quindi molto delicato ma nessuno è lasciato a se stesso e la situazione è costantemente monitorata. L’attività dell’Amministrazione è continua e personalmente sono in costante contatto con le autorità competenti, con la Asl, con le forze dell’ordine, per stabilire cosa è più opportuno fare per orientare al meglio l’azione volta alla tutela della salute pubblica. Si lavora in silenzio, a testa bassa, senza mai mollare di un millimetro, ma senza fare proclami, a noi interessa soltanto lavorare al meglio per la salute dei nostri cittadini”. I tamponi che sono stati effettuati tra i cittadini di Roccagorga, come ha fatto sapere ancora Nancy Piccaro, “sono stati selezionati ed inviati in laboratorio per ulteriori approfondimenti, mentre siamo in contatto con gli organi competenti per verificare l’opportunità di mettere in atto misure restrittive maggiormente stringenti. Abbiamo stabilito insieme alla Asl e alla dirigente scolastica di chiudere, prima solo il plesso Salcani ed oggi tutti i plessi. Abbiamo chiesto alla Asl di testare tutto il plesso Salcani e a seguire tutti i ragazzi delle nostre scuole. La comunità ha la consapevolezza che si sta agendo per il bene di Roccagorga cercando di mettere in atto tutte le possibili strategie di contenimento, nulla è lasciato al caso. È un anno ormai che viviamo questa pandemia e ognuno di noi ha imparato le regole fondamentali. Allora l’invito è a rispettarle, oggi più che mai al fine di scongiurare altre conseguenze in questo momento difficile. Fondamentale è usare il nostro senso civico per contrastare la circolazione del virus. Roccagorga sta mettendo in campo l’impegno  collettivo e i cittadini sono molto responsabili in questo difficile momento che ci auguriamo di superare presto”. 

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui