L’adozione del piano provinciale dei rifiuti

Logo

Il Piano Rifiuti della Provincia di Latina è stato  adottato con 13 voti favorevoli (pari al 69%: Latina, Maenza, Gaeta, Fondi, Itri, Pontinia, Lenola, Monte San Biagio, Cori, Terracina, Priverno, Norma e Spigno Saturnia), con tre voti contrari (Aprilia, Bassiano, Sabaudia) e un astenuto (Roccasecca dei Volsci) dei 17 Comuni presenti. Erano assenti i Comuni di Campodimele, Castelforte, Cisterna di Latina, Formia, Minturno, Ponza, Prossedi, Roccagorga, Rocca Massima, S. Felice Circeo, Sperlonga, Sezze, Sonnino, Sermoneta, SS. Cosma e Damiano e Ventotene. Ha commentato l’esito della votazione il facente funzione di presidente Giovanni Bernasconi: “E’ stato un importante risultato che premia sicuramente l’intero territorio provinciale a difesa e a tutela dei cittadini e dell’ambiente. Voglio ribadire il significato politico e amministrativo di questo risultato raggiunto e condiviso all’unanimità già nello scorso Consiglio Provinciale  perché con questo documento si traccia una linea chiara e definitiva in tema di rifiuti in provincia di Latina.” Rinviata invece la discussione sul secondo punto all’ordine del giorno, ovvero il Piano Territoriale Generale Provinciale (PTPG). A conclusione della seduta il Presidente Bernasconi ha voluto ringraziare i sindaci per la collaborazione data al di là delle scelte e delle posizioni politiche in questi mesi di guida dell’ente di Via Costa e augurato ai tre candidati alla presidenza (Damiano Coletta, Giada Gervasi, Carlo Medici, presenti all’Assemblea) un proficuo lavoro per il territorio e per la soluzione dei problemi che stanno a cuore ai cittadini.

Articoli Correlati

- No Comments on this Post -

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *