La vittoria di Zingaretti alle primarie PD: trionfo anche a Latina e provincia

Nicola Zingaretti

Ormai è ufficiale la vittoria di Nicola Zingaretti alle primarie per elezione a segretario nazionale del Partito Democratico. Il presidente della Regione Lazio ha vinto le primarie del Pd, superando gli altri due candidati, Maurizio Martina e Roberto Giachetti.  Un boom di preferenze per il governatore del Lazio con una percentuale che, secondo gli ultimi dati lo dava tra il 65% e il 70%, con Maurizio Martina al 16-18% e Roberto Giachetti al 12-14%. Oltre un milione di preferenze per Nicola Zingaretti, largamente al di sopra della maggioranza necessaria del 50% più uno. Un dato quello registrato nella provincia di Latina che rispecchia l’andamento nazionale. Zingaretti ha ottenuto il 63.76% con 7.533 voti (Piazza Grande 6.418 – Territorio 1.115) davanti a Martina con il 27,91% (3.298 voti) e Giachetti 8.40% (993 voti). Boom di preferenze anche a Latina,  città per il governatore del Lazio che ha quasi triplicato le preferenze ottenute da Martina. Per Zingaretti hanno votato in 1462, il 66,8%, per il secondo il 22,5% (493 voti). Più indietro Giachetti che ha ottenuto il 10% delle preferenze con 221 voti. Il presidente della Regione Lazio si è affermato in altri importanti centri della provincia pontina come Sezze, Cori e Fondi; Preferito Martina invece a Minturno, Gaeta, Pontinia e Rocca Massima.  Alta l’affluenza anche nella provincia pontina. Sono stati 11.866 i votanti in tutto il territorio, con punte altissime oltre che a Latina città, dove hanno votato in 2186, anche a Gaeta, Formia e Terracina. Ha commentato su Facebook il segretario provinciale del Partito Democratico Claudio Moscardelli:  “Grazie a tutti e complimenti a Zingaretti.  Voglio ringraziare tutti gli elettori Pd della Provincia di Latina”.  Ha commentato a caldo il neo segretario del Pd, Nicola Zingaretti dedicando la vittoria a Greta, la ragazza svedese che lotta contro i cambiamenti climatici, ai poveri e ai giovani disoccupati: “Non sarò un capo, ma il leader di una comunità. Grazie all’Italia che non si piega, che vuole arginare un governo illiberale e pericoloso.” Nicola Zingaretti ha promesso un partito inclusivo, “aperto a una nuova alleanza” di centrosinistra: “I delusi sono tornati e torneranno, stavolta non possiamo deluderli. Grazie ai ragazzi e alle ragazze italiane, di 16 anni, 17 anni, 18 anni che abbiamo visto in fila ai gazebo, che hanno votato per dare una speranza a questo paese, grazie agli anziani, grazie ai tantissimi partigiani ultra novantenni che sono usciti di casa e sono andati ai gazebo a votare per cambiare, grazie perché ci avete regalato la democrazia”.

- No Comments on this Post -

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *