“La Terra del Cinema” in mostra per gli “Ulysses Film Awards”. Iniziativa di Confcommercio Lazio Sud e dell’Associazione Terraurunca

Totò terzo uomo

La città di Gaeta si confronta ancora con il cinema perché da qualche tempo la città è diventata scenario per girare dei film. Infatti venerdì 4 Gennaio, presso la Pinacoteca d’arte “Giovanni da Gaeta”, a partire dalle ore 18.30, si terrà la prima edizione degli “Ulysses Film Awards” organizzato da Ulysses experience e Alfiere productions, in collaborazione con Città di Gaeta, nata da un’idea del produttore Daniele Urciuolo. Confcommercio Lazio Sud è lieta di proporre l’esposizione documentale “La Terra del Cinema” curata dall’Associazione Terraurunca. L’obbiettivo di Confcommercio Lazio Sud è quello di stimolare il comparto turistico anche attraverso il cinema. Ha sottolineato il Presidente Giovanni Acampora:  “Da diverso tempo ormai abbiamo intrapreso questo percorso. Il connubio cine-turismo è rodato e può portare ottimi risultati, sia per quanto riguarda la promozione offerta alle città grazie alla produzione di nuovi film sul territorio, sia valorizzando percorsi per mostrare e ricordare i film storici girati nella Riviera di Ulisse, giudicata da sempre “La terra del Cinema” da registi italiani e stranieri. Il nostro Golfo è una terra “incantata” sotto questo aspetto, non a caso grandi registi hanno scelto i nostri luoghi come set cinematografici. Ed è proprio sulla scorta di queste esperienze che dobbiamo proseguire, creare nuove opportunità per il nostro territorio. Vedere troupe cinematografiche che girano nei luoghi a noi cari è un’emozione unica. Il cinema può essere un buon viatico per aprire nuove porte alle nostre località, vere perle del nostro Paese, con un turismo che andrebbe ad alimentare l’economia reale”. Ha spiegato Daniele Iadicicco dell’Associazione Terraurunca e delegato Confcommercio Lazio Sud:  “Questo percorso, visitabile gratuitamente durante la serata, propone lo studio sulle maggiori pellicole girate negli ultimi 50 anni nella Riviera di Ulisse” La mostra infatti racconterà di luoghi e volti ormai mitici, grazie a film come “La ciociara” girato tra Fondi e Itri, “Totò terzo uomo” girato tra Formia e Minturno, sino a produzioni internazionali quali “La Bibbia” di Huston e “A trenta milioni di Km dalla Terra” girati tra Itri e Sperlonga.  Questi e tanti altri film ricordati attraverso i luoghi, a noi familiari, che li ospitarono.”

Articoli Correlati

- No Comments on this Post -

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *