Spiaggia

E’ l’anticiclone africano, protagonista indiscusso dell’estate 2022, comincia a mostrare segni di indebolimento ad opera di alcune veloci perturbazioni che lambiranno in settimana in parte l’Italia. Lo assicurano i meteorologi di 3bmeteo che parlano di una prima coda di perturbazione che ha raggiunto il nord Italia lunedì notte con fenomeni a tratti anche di forte intensità per via degli intensi contrasti termici. I fenomeni saranno più probabili su Alpi, Prealpi, alte pianure e Nord Est. Qualche rovescio o temporale non escluso anche sull’Appennino centro settentrionale e localmente interne marchigiane ed Emilia Romagna. Le temperature subiranno una diminuzione ma saranno ancora superiori alle medie tipiche del periodo. Saranno poche le variazioni degne di nota altrove. Secondo gli esperti “le precipitazioni in arrivo porteranno un po’ di sollievo ma non avranno effetti significativi sulla siccità”. Mercoledì una seconda perturbazione porterà altra instabilità al Nord e sull’Appennino centro meridionale, specie al pomeriggio. Venerdì è attesa una terza con nuovi temporali sempre Nord in moto dalle Alpi verso le pianure, mentre il tempo sarà più soleggiato sul resto d’Italia con qualche rovescio o temporale in sviluppo sui rilievi.  Weekend nel complesso buono salvo per una moderata instabilità sul Triveneto e poi sull’Appennino. Tuttavia la previsione per il weekend rimane ancora incerta vista la distanza temporale. E’ atteso un graduale ridimensionamento delle temperature. L’andamento sarà altalenante ma si andrà verso una fase di caldo più sopportabile, anche di notte. La diminuzione delle temperature riguarderà dapprima il Nord ma entro il fine settimana anche il resto della Penisola. “Non aspettiamoci uno stravolgimento termico vero e proprio ma solo una attenuazione della canicola”. A Latina intanto cieli saranno in prevalenza poco nuvolosi per l’intera giornata, con allerta per afa. Venti deboli e mare poco mosso con una giornata da bollino rosso in tutto il territorio pontino secondo il bollettino del ministero della Salute che segnala un livello 3 per ondate di calore. Dal 27 luglio, le condizioni sembrano però migliorare, con un livello 1 e bollino giallo.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui