LA SEMIFINALE DEL FORMIA BASKETBALL CON IL CIVITAVECCHIA: RIFLESSIONI DEL DUO TECNICO DI ROCCO – POLIDORI

Di Rocco e Polidor
Di Rocco e Polidori

Dopo il superamento del quanto di finale contro le Stelle Marine Ostia, il Meta Formia Basketball si accinge ad affrontare in semifinale il Civitavecchia, e abbiamo fatto un intervista con il duo tecnico  – Di Rocco capo allenatore ed Polidori 1° assistente –  per sapere come stanno preparandosi alla semifinale.

Coach Di Rocco, il primo passo dei play off è stato superato alla grande, adesso c’è la semifinale. Che ci racconti?

“Primo passo superato con slancio, secondo passo da affrontare con la stessa fiducia e con la stessa consapevolezza con cui abbiamo fatto questi mesi di lavoro, l’obiettivo rimane quello di essere competitivi, di giocare tre gare se fossero necessarie, tre gare con il 100% dell’impegno, con durezza mentale e poi la finale e non possiamo che prepararla al meglio però anche consapevoli che dall’altro lato abbiamo un avversario sicuramente importante, ben strutturato e che avrà lo stesso desiderio nostro di vincere.”

Coach Polidori, riagganciandoci a coach Di Rocco, Civitavecchia uguale a Boffelli, uno spauracchio. Che ci racconti?

“Civitavecchia uguale a Boffelli, Alafarano, Roberti, Perin; Boffelli è un quinto di un quintetto e un decimo di Civitavecchia, credo che anche loro adesso stanno pensando probabilmente Formia uguale Rodriguez, Scotto, De Monaco, Niccolai, Di Rocco. Credo forse che hanno qualche grattacapo più di noi in questo momento, sicuramente non hanno la potenza di fuoco che abbiamo noi in questo momento, è più complicato dover fermare quattro marcatori piuttosto che uno, e sicuramente Santiago (Boffelli) per quanto sia un giocatore eccezionale non ha l’innesco che aveva l’anno scorso quando noi l’abbiamo conosciuto da vicino a Scauri, probabilmente la nostra speranza e quasi una nostra certezza non avrà le stesse possibilità di farci male come ha avuto l’anno scorso.”

Coach Di Rocco, un pronostico per la partita?

“Gara uno è sempre difficile perché come si sa la pressione è tutta sulle spalle della squadra che gioca in casa, noi ci stiamo preparando bene, cercando di ipotizzare tutti quelli che potranno essere i temi tattici e penso che come ha detto Eugenio, loro avranno più di un argomento su cui lavorare, perché credo che il nostro lavoro svolto fin qui e la nostra classifica conseguita non ammette dubbi, credo che siamo noi quelli  che hanno vinto più di tutti, perso meno di tutti, con la migliore percentuale offensiva di tutti, quindi credo che il pronostico pende leggermente  a favore nostro e speriamo di proteggere il campo di casa che è un concetto importante, l’idea della protezione del campo di casa.”

A proposito di protezione, l’ultima domanda la faccio a coach Polidori. Gli eventuali punti deboli di Civitavecchia?

“ Noi li abbiamo visti poco in realtà, chiaramente loro avranno sicuramente qui una grossa verve, loro partiranno a 100 all’ora per cercare di non farci esplodere il nostro gioco e questo potrebbe essere il vero punto debole che avranno, perché avranno talmente tanta concentrazione su non farci fare gioco in transizione per non farci prendere tiri facili, che probabilmente questo potrebbe giocare a nostro vantaggio.”

 

Articoli Correlati

- No Comments on this Post -

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *