La scoperta sconvolgente della verginità di Desirée Mariottini

Arrestato

La scoperta è alquanto sconvolgente perché Desirée Mariottini non aveva mai avuto rapporti sessuali ed era vergine prima di essere violentata, ina verità emersa  dal certificato del decesso della 16enne di Cisterna morta il 19 ottobre scorso all’interno dello stabile abbandonato nel quartiere San Lorenzo a Roma dopo due giorni di sevizie e sofferenze. Nel succinto documento, una breve relazione predisposta dal medico legale Dino Tancredi e consegnata alle parti pochi giorni dopo il decesso della ragazza, emergono elementi importanti per ricostruire la tragica fine di Desirée: innanzitutto la ragazzina è deceduta a causa di una grave crisi cardiocircolatoria, in secondo luogo la rottura dell’imene era recentissima ossia non aveva avuto rapporti sessuali fino a quel giorno e non si era mai prostituita per poter avere la droga. I dettagli che emergono da tale documento medico avvalorano l’ipotesi della violenza sessuale, probabilmente da parte di più persone, anche se per avere il quadro completo bisognerà attendere che il consulente medico della Procura di Roma depositi l’autopsia, cosa che potrebbe avvenire a giorni così come ulteriori elementi dovrebbero emergere dagli esami sul Dna sugli abiti di Desirée. La famiglia della 16enne non intende  commentare e resta in rigoroso silenzio. Ha commentato il legale della madre di Desirée, l’avvocato Valerio Masci:  “Eravamo a conoscenza di questi elementi ma nel totale rispetto della volontà dei familiari non intendiamo commentare e aspettiamo i risultati definitivi dell’autopsia”.  Nel frattempo la verità inizia ad emergere tracciando un ritratto della 16enne come era realmente.

- No Comments on this Post -

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *