La risposta del sindaco Cardillo alla minoranza

Comune di Castelforte

Può un sindaco fare sempre delle risposte alla minoranza giustificando sempre il suo operato? Sembra che una volta alla settimana il sindaco di Castelforte Cardillo debba fare questo, e in occasione della composizione del nuovo gruppo di maggioranza ha voluto esternare il suo pensiero rispondendo alle critiche di minoranza. “Non sono certamente tenuto a rispondere alle teorie del Coordinatore di Forza Italia Alessio Fusco il quale si cimenta anche nel fare previsioni come un novello “Nostradamus”, soprattutto quando cerca di immaginare richieste di modifica dell’esecutivo dimostrando, ancora una volta, come sia antico e superato il suo modo di intendere e pensare la politica. Uno stile così “vecchio”, infatti, che è stato sonoramente bocciato dagli elettori. A lui dico semplicemente che, forse, i troppi “incontri conviviali”, come scritto dal giornalista, gli hanno fatto perdere la memoria. La giunta Gaetano, infatti, della quale lui faceva parte, è rimasta in carica fino a quando non è stata sfiduciata, anzi, ad onor del vero, la stessa voleva convocare un Consiglio Comunale anche dopo essere stata sfiduciata. Comunque per quanto mi riguarda e, fino a prova contraria, la maggioranza può contare su otto consiglieri e la minoranza, invece, ne ha cinque e, fino a quando saranno questi i numeri, io ho tutto il diritto e il dovere di governare. Pertanto suggerisco ad Alessio Fusco di starsene tranquillo che questo Sindaco qualora non avesse i numeri per governare, sicuramente non “tirerà a campare”. Questo stile, infatti, non mi appartiene. Anzi la storia dice che altri hanno sempre avuto questo modus operandi. Per quanto riguarda il neo gruppo “Castelforte popolare” come da loro già dichiarato, la loro costituzione va letta nella chiave di un ulteriore stimolo alla maggioranza a fare del bene al paese. E’ questo, certamente, il loro proposito come mi hanno anche confermato prima e dopo il comunicato stampa già diffuso. Ecco perché io dico, ben venga questo nuovo stimolo a far ancora meglio il nostro compito di amministratori. Non è né la prima volta, né l’ultima che accadono queste cose. In politica è abbastanza ricorrente che, nel tempo, si cerchi di perfezionare il lavoro intrapreso.  Pertanto, caro Alessio Fusco, ti invito ad essere più realista e rispettoso sia verso il Sindaco che verso la maggioranza consiliare che sono il frutto di libere elezioni democratiche e che stanno provando, con passione ed impegno, a far del proprio meglio per il bene della Città e dei cittadini tutti.”

Articoli Correlati

- No Comments on this Post -

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *