La risposta del sindaco Cardillo agli attacchi del consigliere Forte

Comune di Castelforte

Il sindaco di Castelforte Cardillo non  ha usato mezzi termini a rispondere ancora una volta agli attacchi del consigliere di minoranza Giampiero Forte:

“Non capiamo a quali fonti attinge le notizie Gianpiero Forte ma lo appureremo. In ogni caso è evidente che non sono informazioni attendibili visto ciò che scrive. Pertanto, piuttosto che pensare a quello che sta facendo l’attuale amministrazione lo invitiamo a spiegare ai cittadini perché ci ha lasciato una situazione economico finanziaria di questo tipo. E’ noto a tutti, infatti, e lui è l’unico che non vuole capirlo, che ci troviamo di fronte ad un bilancio complicatissimo da preparare e ciò è dovuto proprio alle scelte fatta dalla sua gestione e ai tanti debiti che ci sono piombati addosso e da lui non previsti e/o onorati. A questo tipo di gestione si è sommata quella del periodo in cui è stato Sindaco Patrizia Gaetano anch’essa avversata da Forte perché lui aveva deciso di tornare a fare il Sindaco credendo di essere il più bravo e capace. Poi, sappiamo benissimo com’è andata. Ebbene, nonostante tutto ciò siamo riusciti ad assicurare i servizi essenziali e non abbiamo aumentato le tasse come, invece, hanno già fatto la quasi totalità delle amministrazioni limitrofe.

Il fatto che Forte continui a diffondere scenari apocalittici e che faccia tutto questo di concerto con Forza Italia ci fa già capire quali saranno i futuri scenari (alleanza tra Forza Italia di Fusco e Lega di Forte). Questo segnale dovrebbe favorire una specifica riflessione da parte dell’attuale minoranza consiliare guidata da Gianfranco Testa della quale fa parte anche il consigliere Pompeo la cui elezione sarebbe dovuta ai voti di Forza Italia, almeno stando alle dichiarazioni del coordinatore Fusco.

Detto ciò, parliamo di fatti.

Per quanto riguarda il “benefit”, ricordo che se ne stiamo parlando ed usufruendo è proprio grazie alla forte azione politica del Gruppo consiliare PD formato da me e da Paolo Ciorra di concerto col segretario Rosato. Una azione politica che, invece, non aveva mai osato fare Gianpiero Forte (naturalmente è solo una delle tante che non ha fatto). Ma tale “benefit”, purtroppo, non può essere destinato alla copertura del servizio che va coperto, invece, con il ruolo Tari.

Caro Gianpiero Forte cominci a dimostrare una certa stanchezza se fai di questi errori. Inoltre in relazione alla situazione del cimitero comunale è bene chiarire che stiamo cercando di intervenire su lavori fatti, ovviamente male, nel corso delle passate gestioni e poi, a breve, partiranno i lavori per la ristrutturazione della chiesa cimiteriale.

Va anche chiarito che quella dei mancati pagamenti a chi ha lavorato in comune è davvero una leggenda metropolitana, anzi, se ci sono lavori non pagati da parte del comune, non riguardano sicuramente l’attuale gestione. E questo vale anche per Forza Italia alla quale chiediamo di portarci la documentazione relativa a questi tre mesi di lavoro non pagati alla Coop. Le Tre Torri.

In merito alla devoluzione del 50% dei proventi delle multe per l’acquisto della segnaletica si tratta di un obbligo di legge e la delibera di giunta in merito viene fatta tutti gli anni. Dico questo solo per rispondere anche alla minoranza consiliare che dovrebbe essere a conoscenza vista la loro comprovata esperienza e che assolutamente non significa che eventuali acquisti della segnaletica si effettueranno solo con i suddetti proventi. Queste dichiarazioni, perciò, fanno vacillare il rispetto che ho per la loro esperienza e conoscenza della vita amministrativa.

Infine, rivolgendomi ancora a Gianpiero Forte, credo proprio di poter dire che  “a volte è meglio tacere e rischiar di passare per incapaci che parlare e togliere ogni dubbio !!!”. Probabilmente questa famosa massima non appartiene al coordinatore del Gruppo Liberi per Castelforte e referente della Lega. Si  può arrivare a questa conclusione leggendo il suo comunicato stampa nel quale si vanno ad affrontare temi sui quali farebbe bene a cospargersi il capo di cenere e fare pubblica ammenda. Tra i vari argomenti trattati, infatti, si menziona la gestione dei costi relativi all’approvvigionamento elettrico … Anche riguardo a questo ambito, purtroppo, siamo costretti a rimarcare la cattiva gestione degli anni precedenti a fronte, invece, della lungimiranza di questa Amministrazione che, pochi mesi dopo l’insediamento, ha provveduto  alla rimodulazione di tariffe e contratti, vecchi di svariati anni, che determinavano costi abnormi e, ad oggi, del tutto fuori mercato. Questo repricing dell’offerta ENEL ha consentito a questo Ente di produrre un’economia di circa 15/20000 € annui sui costi variabili della fattura. Sempre in materia di fabbisogno energetico del Comune, vale la pena anche ricordare l’ennesimo esempio delle cattive amministrazioni precedenti nella gestione degli impianti fotovoltaici installati da anni sulle nostre scuole (Petronio, Materna di Suio Forma e San Cataldo) . Impianti capaci di erogare a regime oltre 60Kwh di energia, soddisfacendo abbondantemente l’intero fabbisogno delle strutture scolastiche in questione ma inspiegabilmente fermi da anni. Bene … è stata sempre questa Amministrazione, grazie all’impegno e alle competenze del Presidente del Consiglio Ciorra e dell’Assessore Orlandi, a ripristinare tutti e tre gli impianti che oggi erogano energia per almeno 30/40000 € all’anno; importi che, cosa più importante, non compariranno più nelle fatture del gestore elettrico.

Alla luce di tutto ciò (e di altre vicende simili evidenziate in passato) assumono sempre più i contorni del grottesco le continue manifestazioni autoreferenziali di competenza e capacità amministrativa che l’ex Sindaco Forte rinnova costantemente sulla stampa e sui social … I fatti, anche stavolta e, purtroppo per lui, dicono ben altro !!!”

- No Comments on this Post -

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *