La risposta del sindaco Bartolomeo sulla questione del pranzo istituzionale

Comune di Formia
Comune di Formia

Ovviamente la risposta data dal sindaco Bartolomeo sul pasticcio del pranzo fatto da Chinappi con le persone istituzionali che erano presenti non  si è fatta attendere, anzi è arrivata immediatamente: “Il Comune di Formia non ha pagato nulla per la colazione offerta agli ospiti nel giorno dei funerali del sen. Michele Forte. Gli otto rappresentanti istituzionali presenti, tra cui l’on. Pieferdinando Casini, il sen. Raffaele Ranucci,l’on. Mauro Libè, il Presidente della Provincia Eleonora Della Penna e il Consigliere provinciale Alvaro Mastrantoni, sono stati miei ospiti e il pranzo non grava in alcun modo sulle spalle del Comune perché il conto è stato regolarmente pagato dal sottoscritto. Per un suo errore il ristoratore ha compreso nella fattura anche il pasto consumato da altri avventori che non appartenevano al gruppo degli ospiti personali del sindaco. Alla presentazione della fattura, l’ufficio non ha fatto il dovuto riscontro con il sottoscritto. Quando mi sono confrontato con la dirigente del settore finanziario ho potuto descriverle i termini della vicenda. Faccio presente che il sen. Ranucci si era offerto di saldare il conto per tutti. Conto che ammonta a poco più di 250 euro. Non gli ho consentito di farlo perché mi è sembrato poco gentile verso gli ospiti. Privo delle dovute informazioni, ho creduto che il ristoratore avesse aggiunto spese di ospitalità sostenute in altre circostanze, cosa che ho poi verificato non vera, dal momento che il pregresso è stato regolarmente saldato. Mi spiace che siano state coinvolte in questa vicenda persone che non meritavano di entrare in questo tipo di polemica. Alcuni neanche erano presenti e sono stati citati ugualmente, come il sen. Moscardelli e l’on. Storace. Si tratta esclusivamente di un tentativo di diffamazione nei loro confronti. A Formia siamo abituati a questo stato di agitazione permanente con polemiche fatte ad uso e consumo politico di chi le solleva. Posso assicurare che, da quando è iniziato questo mandato, le spese di rappresentanza sostenute dal Comune sono pari a zero”. A quanto pare tutto è bene quel che finisce bene, ma fino a quando?

- No Comments on this Post -

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *