Locandina

La pandemia da SARS – Cov – 2 ha drasticamente dimostrato quanto sia indispensabile organizzare la prevenzione e l’assistenza territoriale. Poco più di un anno fa i reparti ospedalieri dedicati alla Covid – 19 si andavano riempiendo e anche i posti letto delle intensive. Venivano trasformati interi ospedali, con grande nocumento per la diagnosi e cura delle altre patologie. La percentuale di mortalità per infarto miocardico aumentò dal 4% dell’anno 2019 al 14% nello stesso periodo del 2020. Fiumi di denaro furono impegnati per creare posti letto di terapia intensiva (i famosi 400 posti dell’Ospedale di Rho), ma poi si è capito che bisognava contrastare il virus fuori dagli ospedali e prima che facesse ammalare le persone, spesso irrimediabilmente. Per questo motivo è indispensabile riscoprire il territorio, i medici di famiglia, gli assistenti sociali e i psicologi. A tutto ciò il Ministro Speranza ha dato risposta annunciando investimenti di 7 miliardi di euro: 4 per l’assistenza domiciliare, 2 per le residenze di comunità ed 1 per gli ospedali di comunità.

Nell’incontro organizzato per il 16 maggio on line dall’Associazione “Incontri e Confronti” intervengono:

Dott. Francesco CARTA (cardiologo)

Dott. Erasmo DI MACCO (medico di base)

Dott.ssa Georgiana SCIPIONE (assistente sociale)

Dott.ssa Alessia SIMIONE (psicologa)

VACCINAZIONI : INCONTRO FIMMG REGIONE

Si è svolto il 10.5.2021 un incontro in Regione tra una delegazione della Fimmg costituita dal Segretario Regionale GIANNI CIRILLI e dal Vice Segretario Nazionale Vicario Fimmg PIER LUIGI BARTOLETTI . Nel corso della riunione si sono affrontati i maggiori punti di criticità’ segnalati contestualmente allo stato di agitazione che è stato indetto sabato scorso .

La medicina di famiglia è impegnata in modo importante nella campagna vaccinale, ma si trova in difficoltà a causa di molte disfunzioni organizzative sia nella distribuzione dei vaccini che delle competenze con gli hub, per cui servono soluzioni e di questo si è parlato.

Sono stati posti due obiettivi irrinunciabili :

1) Consentire al cittadino di scegliere da chi farsi vaccinare

2) Consentire al medico di fare il suo lavoro con dignità.

Al termine di una lunghissima riunione si è convenuto che :

a) I Medici di Famiglia entreranno nel sistema di prenotazione vaccinale generale , ovvero il cittadino troverà nell’applicativo del portale regionale tre scelte Hub, Medico di medicina generale o farmacia, e potrà scegliere chi vuole. Resta la chiamata attiva attualmente in essere come è avvenuto fin da Marzo .

b) Ai Medici di Famiglia verranno consegnati tutti i vaccini disponibili secondo questa tabella:

DAL 17 MAGGIO AL 1 GIUGNO : verranno consegnati 2 fiale di PFIZER a settimana per i fragili

DAL 17 MAGGIO : verrà aperta la possibilità per i soggetti ultraquarantenni di vaccinarsi solo dal proprio medico di medicina generale CON ASTRA ZENECA o JOHNSON & JOHNSON . e non potranno prenotarsi negli hub , diversamente dovranno aspettare l’apertura della loro fascia d’età.

DAL 20 MAGGIO: verranno consegnati ai Medici di Famiglia 20.000 dosi settimanali di JOHNSON & JOHNSON .

DAL 1 GIUGNO : verranno ampliate le consegne di PFIZER e verranno consegnati quantitativi crescenti del nuovo vaccino a M-Rna di produzione tedesca Curevac

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui