LA REGGIA DI CASERTA PATRIMONIO DELL’UMANITA’ DALL’UNESCO

imgresLa Reggia di Caserta, o Palazzo Reale di Caserta, è una dimora storica appartenuta alla casa reale dei Borbone di Napoli, proclamata Patrimonio dell’umanità dall’UNESCO, situata nel comune di Caserta, è circondata da un vasto parco nel quale si individuano due settori: il giardino all’italiana, in cui sono presenti diverse fontane con la Grande Cascata e il giardino all’inglese, caratterizzato da fitti boschi. La Reggia di Caserta, uno dei monumenti più importanti al mondo non meno interessante e importante di Versailles, dimostra la sua magnificenza sia nel Palazzo Reale che nel parco Reale con il giardino inglese. Il Palazzo reale di Caserta fu voluto dal re di Napoli Carlo di Borbone, il quale, colpito dalla bellezza del paesaggio casertano e desideroso di dare una degna sede di rappresentanza al governo della capitale Napoli e al suo reame, volle che venisse costruita una reggia tale da poter reggere il confronto con quella di Versailles. Si diede inizialmente per scontato che sarebbe stata costruita a Napoli, ma Carlo di Borbone, cosciente della considerevole vulnerabilità della capitale a eventuali attacchi (specie da mare), pensò di costruirla verso l’entroterra, nell’area casertana: un luogo più sicuro e tuttavia non troppo distante da Napoli. Nei nostri tempi è bello immergersi in quello storico passato, i visitatori della Reggia di Caserta quindi vivranno un’esperienza emozionante e conosceranno la storia di Carlo di Borbone e dei Borboni in genere, fino ad arrivare a Murat.La Reggia qualche anno fa ebbe una notevole risonanza internazionale , grazie alla visita di personaggi illustri come Clinton, Yeltsin, oggi nonostante un calo visibile di visitatori, raggiunge una ragguardevole cifra di circa 400.000 visitatori l’anno. Fino a poco tempo fa era il terzo monumento più visitato in Italia, oggi questo interessante sito, ha bisogno di essere ulteriormente promosso, sfatando una serie di pregiudizi che riguardano i luoghi di interesse turistico che si trovano al Sud. Non ci vuole molto ad arrivare a Caserta, il treno arriva proprio davanti alla Reggia ed è un posto molto tranquillo in quanto Caserta è una città che non presenta alcun problema, presentandosi vivace e divertente. Dopo che c’è stata la Riforma, la Reggia attualmente si trova nella necessità di aumentare il numero di visitatori, i musei sono diventati autonomi, quindi l’80% per cento delle entrate resterà al museo e sarà l’alimento per nuovi programmi e nuovi sviluppi: il museo ormai è considerato quale un’impresa che dovrà essere in grado di procurarsi il sostentamento da solo, per questo, non ci sarà necessità di chiedere allo Stato maggiori introiti.

- No Comments on this Post -

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *