Nella giornata del 7 ottobre è nata ufficialmente la nuova camera di Commercio che unisce le due camenre di Commercio provinciali di Latina e frosinone, ma deve essere ancora eletto, neol seno del consiglie dei 33 membri il presidentee le associaizoni di categoria hanno espresso le loro candidature. Il presidente di Confcommercio Lazio Sud Giovanni Acampora auspica una scelata collegiale e per questo ha scritto una lettera ai vertici di Unindustria Angelo Camilli, Pierpaolo Pontecorvo e Miriam Diurni nonché agli altri copnsiglieri:

Cari Presidenti,

stiamo vivendo uno dei periodi più difficili della nostra storia, la sciagura di una pandemia che ridisegnerà totalmente i confini del nostro mondo così come lo abbiamo conosciuto. Cambieranno le nostre abitudini, il nostro modo di fare impresa, le nostre consuetudini e cambierà anche il mondo della rappresentanza datoriale. Per affrontare tutto ciò occorrono scelte coraggiose e condivise. Sono consapevole che non sempre questo è facile, ma noi che rappresentiamo importanti Associazioni abbiamo l’obbligo morale di provarci. Incominciamo a farlo INSIEME, a partire dalla elezione della nuova governance della Camera di Commercio del Basso Lazio. Dobbiamo provarci, incominciando a mettere da parte rivendicazioni personali, campanilismi e fughe solitarie. Ridisegniamo insieme un modello virtuoso ed inclusivo, che possa realmente aiutare le imprese, rispettoso dei territori, delle rappresentanze e delle competenze. Confcommercio, nel solco della linea tracciata dal nostro Presidente Nazionale Carlo Sangalli attualmente anche alla guida di Unioncamere Nazionale, crede fermamente nel processo di riforma delle Camere di Commercio e nella straordinaria opportunità che la nascita del nuovo Ente camerale rappresenta per l’economia dei nostri territori. La creazione di un’area vasta che conta quasi un milione di persone e oltre centomila imprese, non può essere vanificata da ambizioni personali ed egoismi. Per queste ragioni, Confcommercio è pronta a mettersi a disposizione, non avanzando candidature laddove si arrivi ad una governance condivisa, che sia però realmente innovativa, oltre che rispettosa delle rappresentanze territoriali. Caro Presidente, nei prossimi quindici giorni è prevista la nuova adunanza, facciamoci trovare pronti, abbiamo tempo, ce lo chiedono le nostre imprese, i territori, ma soprattutto ce lo chiede l’istituzione che siamo chiamati a rappresentare.

Con i migliori saluti

Dott Giovanni Acampora

Presidente Confcommercio Lazio

Consigliere Nazionale Confcommercio – Imprese per l’Italia

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui