Le Ceneri
Video

Arriva il tempo di Quaresima, che è il tempo forte per eccellenza della conversione e del ritorno a Dio. Umn periodo di quaranta giorni e si articola in cinque domeniche, dal Mercoledì delle Ceneri e termina nella Messa in “Coena Domini”, la qualoe da inizio al Triduo Pasquale. Le domeniche di questo tempo hanno sempre la precedenza, anche nelle feste del Signore e su tutte le solennità. Il cammino quaresimale evidenzia due caratteri importanti della vita cristiana:

  • è un tempo battesimale, in cui ci si prepara a ricevere il sacramento del Battesimo o a ravvivare nella propria esistenza il ricordo e il significato di averlo già ricevuto;
  • è un tempo battesimale, in cui il battezzato è chiamato a crescere nella fede, sotto il segno della misericordia divina, in una sempre più autentica adesione a Cristo attraverso la conversione continua della mente, del cuore e della vita, espressa nel sacramento della Riconciliazione.

Nel tempo quaresimale, facendo eco al Vangelo, la Chiesa propone alcuni impegni specifici per accompagnare e sostenere i fedeli in questo itinerario di rinnovamento interiore.

Un ascolto più assiduo della parola di Dio: la Sacra Scrittura non solo narra le opere di Dio, ma ha una efficacia unica che nessuna aprola umana, pur alta, possiede.

Una preghiera più intensa: esprime la realtà di Dio nella nostra vita. Pregare è incontrare Dio, entrare in intima comunione con lui. Gesù ci invita a essere vigilanti nella preghiera, “per non entrare in tentazione.”

Il digiuno e l’elemosina: contribuiscomno a conferire unità alla persona, corpo e anima, aiutandola a evitare il peccato e a crescere nell’intimità con il Signore; aprono il cuore all’amore di Dio e del prossimo. Scegliendo liberamente di privarci di qualcosa per aiutare gli altri, mostriamo concrtetamente che il prossimo non ci è estraneo.

Il Mercoledì delle Ceneri è giorno di digiuno; nei venwerdì di Quaresima si osserva l’astinenza delle carni. Durante il Tempo di Quaresima non si dice il Gloria e non si canta l’Alleluia; di domenica si fa sempre la professione di fede con il Credo. Il colore liturgico di questo tempo è il viola: è il colore della penitenza, dell’umiltà e del servizio, della conversione e del ritorno a Gesù.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui