Marini
Marini Marco

 

Non bastavano le problematiche sulla Buona Scuola, adesso i genitori dell’Istituto Comprensivo 7 di Latina sono sul piede di guerra per un a rappresentanza che loro definiscono monca.

Infatti questa protesta scatenata  dai genitori per le elezioni all’Istituto Comprensivo 7 per il rinnovo del Consiglio. Il complesso che comprende le scuole di via Bachelet, via Polonia e via Po, avrà un “governo” monco, visto che mancano le rappresentanze dei genitori di via Po. Sotto accusa il Dirigente Scolastico, che non ha dislocato i seggi elettorali nei tre plessi, ma solo in via Bachelet, non dando la stessa possibilità a tutti di poter eleggere i propri rappresentanti.

Dichiara Marco Marini ex segretario nazionale UGL:  “Certo un organismo di governo della scuola incompleto vista la mancanza di una componente dei genitori appartenente ai plessi diversi da via Bachelet, una situazione imbarazzante e poco democratica che non fa crescere in maniera esponenziale la qualità della vita scolastica di tutti. La scuola deve essere il primo esempio di educazione e sovranità popolare che si deve trasmettere ai più giovani e non dovrebbero mancare mai: dialogo, trasparenza ed imparzialità.”

I contrasti con il dirigente scolastico, vanno avanti dallo scorso anno e questa volta i genitori sembrano veramente sul piede di guerra, tanto da aver formato un comitato spontaneo, che si farà sentire nelle giuste sedi, per riportare serenità e le proprie istanze oltre che richieste all’interno del consiglio di cui ora non potranno far parte.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui