Desirèe

Per la morte della giovane 16enne di Cisterna Desirée Mariottini è stata condannata a sei anni di carcere Antonella Fauntleroy, la giovane di orgina africana accusata di averle fornito droga alla ragazza, che è morta in uno stabile del quartiere San Lorenzo di Roma il 19 ottobre 2018. La 22enne  originaria della Repubblica del Botswana, arrestata a febbraio 2019, ha scelto di essere giudicata con il rito abbreviato per l’accusa di cessione di sostanze stupefacenti ad una minorenne, e nella mattina del 12 aprile è comparsa davnti al giudice per l’udienza preliminare del Tribunale di Roma. A fronte di una richiesta del pubblico ministero di una condanna a otto anni di carcere, il gip ha ridotto la pena a sei anni. Per quanto riguarda il processo principale che vede sul banco degli imputati Alinno Chima, Mamadou Gara, Yussef Salia e Brian Minthe, accusati a vario titolo di omicidio volontario, violenza sessuale aggravata e cessione di stupefacenti a minori, la sentenza è in programma per mercoledì prossimo 14 aprile nel corso di quella che dovrebbe essere l’udienza conclusiva del processo di primo grado. I pubblici minitseri hanno chiesto per tutti e quattro la condanna all’ergastolo.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui