La prima campanella per gli alunni del nuovo anno scolastico a Itri

Anche quest’anno, come in quelli precedenti, l’anno scolastico è stato aperto dalla visita del Sindaco che, accompagnato dagli Assessori Di Biase, Ialongo e Di Mattia e da una rappresentanza della Polizia Locale e della Protezione Civile, ha fatto gli auguri da parte dell’Amministrazione Comunale, consegnando a tutti gli alunni delle scuole di Itri una borraccia in alluminio con impressi lo stemma comunale e la scritta LiberAMI dalla plastica. Ha spiegato il sindaco Fargiorgio “Con questo piccolo ma significativo gesto  abbiamo stimato un risparmio di circa ottantamila bottigliette di plastica nell’intero arco dell’anno scolastico, una cifra per la verità arrotondata forse per difetto. Una iniziativa, la nostra, che permetterà di fare qualcosa di concreto per l’ambiente partendo proprio dai nostri cittadini più piccoli, che saranno gli attori protagonisti della società di domani. Soprattutto  abbiamo voluto coinvolgere ed avviare i bambini, che a scuola saranno educati a coltivare i valori fondanti della vita, ad imparare il rispetto per l’ambiente, la cui preservazione è fondamentale per il nostro ma soprattutto per il loro futuro.” L’iniziativa è stata accolta con grande favore dai genitori presenti e dalle stesse maestranze scolastiche e con essa l’Amministrazione Comunale si prefigge di raggiungere altri lusinghieri risultati, sulla scia dei riconoscimenti avuti in questi ultimi tre anni specie nel settore della raccolta differenziata.
L’adesione al progetto AMI da parte del Comune di Itri mira a sensibilizzare l’attenzione dell’intera cittadinanza sulla necessità di una riduzione dell’uso della plastica, anche in considerazione dei rischi e delle ricadute sull’ambiente ed in definitiva sulla salute.  Soprattutto, l’Amministrazione Comunale ha voluto così avviare un percorso che conduca ad affinare sempre più il senso civico anche attraverso l’incentivazione all’utilizzo di materiali diversi dalla plastica, sicuramente più ecosostenibili.

Articoli Correlati

- No Comments on this Post -

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *