Cambiavento
Presentazione

Li ha presentati in una diretta Facebook una testimonial d’eccezione, il consiglierecomunale di Latina del PD Nicoletta Zuliani, che è stata l’ insegnante di uno dei tre protagonisti, di questi tre giovani lupi di mare con una passione comune, ossia il mare, che hanno pensato di coniugare con la salvaguardia dell’ambiente. Si chiamano Lapo Salvatelli, Simone Cervelloni e Benjamin Werder e sono i protagonisti di un sogno, quello di circumnavigare l’Italia in barca a vela, che è ora diventato un progetto sempre più concreto, “Cambiavento“.  Ecco quello che scrivono su Facebook i tre: “Quest’idea nasce dalla nostra voglia di vivere il mare e di esplorare le nostre coste. Inizialmente doveva essere una breve vacanza nautica, poi abbiamo capito che questo doveva diventare qualcosa di più grande e farci vivere un’esperienza più profonda. Abbiamo così deciso di scoprire le coste italiane da un’altra prospettiva, letteralmente a 360 gradi”. Così i tre giovani pontini, di nascita o di “adozione”, si presentano sui social:  “Sono Lapo, uno studente di violino jazz al conservatorio. Vado in skate e in deriva da quando ho 12 anni, nato in barca per via del lavoro di mio padre e in questo momento ho un unico obiettivo, cercare di portare a termine questo progetto con tutte le difficoltà che stiamo incontrando e che incontreremo – Sono Simone, vivo di passioni. Suono chitarra jazz, disegno e faccio skate, il tutto incorniciato da una grande passione per il mare e per tutto ciò che lo riguarda – Sono Benjamin e sono nato molto lontano dal mare (in Svizzera) ma questo non mi ha impedito di immergermi a fondo nel mondo della vela e di avvicinare anche altre persone a questa realtà”.  Agli inizi di luglio salperanno dal porto di Genova con l’obiettivo di circumnavigare tutta l’Italia e approdare a Trieste. Quaranta tappe programmate e due mesi di tempo, durante i quali Lapo, Benjamin e Simone realizzaranno lezioni e video divulgativi sulla barca a vela e raccoglieranno dati sui rifiuti flottanti grazie alla collaborazione con Legambiente. Si tratterà inoltre di un viaggio “interattivo” per avvicinare le persone al mondo della vela e dare a tutti la possibilità di vivere il mare anche “a distanza”. A fornire la barca e il supporto tecnico per affrontare questa avventura è stata l’associazione Oxygene Sails, ma è aperta anche una campagna di crowdfunding che consentirà di raccogliere i fondi necessari a sostenere le spese.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui