Letizia Lagni e Pierfrancesco Scipione
Letizia Lagni e Pierfrancesco Scipione

L’associazione Culturale Mola ha presentato lo spettacolo “La Pigneta d’oro”, uno spettacolo teatrale che era stato già messo in scena durante l’estate nella rassegna delle serate del luglio a Mola, e che è stato riproposto nelle attività natalizie “Natale con noi” per chi non lo avesse visto e che ha determinato una buona affluenza di pubblico. Letizia Lagni, la presentatrice, ha introdotto il presidente dell’associazione Mola Pierfrancesco Scipione che ha dato il benvenuto a tutti coloro che erano presenti. Il suo intervento è stato di elogiare tutti coloro che hanno fatto dei sacrifici per mettere in scena questo spettacolo, ma soprattutto di portare avanti quello che è il discorso associativo. La cosa più bella di questa serata è stata l’improvvisazione degli stessi aderenti all’associazione per mettere in scena questo spettacolo, perchè non si aveva il camion per trasportare tutto il necessario e pertanto con una pantomina degna di Totò si è riusciti con un pò di fortuna a portare tutto ciò che era necessario per la serata teatrale. La fatica di avere tutto pronto è stata poi premiata con la presenza delle persone, che è poi fondamentale per la riuscita degli spettacoli in generale. Tutto questo rende l’atmosfera molto più avvincente e fa nascere il desiderio di essere di più una squadra, di essere famiglia, e il presidente ha approfittato di salutare e ringraziare i presenti perché senza di essi l’associazione non avrebbe senso, non sarebbe appunto l’associazione Mola, e so che anche la partecipazione è riuscita perché anche quando ognuno ha dei propri impegni, questa testimonianza riempie d’affetto tutti. La presenza della dottoressa del reparto di pediatria dell’Ospedale Dono svizzero di Formia è stata particolarmente apprezzata in quanto sia il ricavato di questa sera che anche quello che sarà fatto il 17 dicembre è devoluto all’acquisto di un ventilatore polmonare del reparto di Pediatria del Ospedale Dono Svizzero di Formia, un macchinario indispensabile per salvare i bambini che arrivano in arresto cardiaco, per cui Scipione ringrazia veramente di cuore tutti coloro che hanno partecipato a questo evento come quelli che verranno all’evento del 17, perché è una testimonianza dell’attaccamenti anche alla solidarietà e all’aspetto più bello del Natale, la cristianità, perché i cristiani devono essere pronti a dare più che a ricevere. Il presidente Scipione ha ringraziato alla fine tutti gli attori e coloro che hanno collaborato per la riuscita dello spettacolo ed è una cosa che si vive ogni giorno in associazione, un legame della nostra comunità che si manifesta come in una famiglia. Da registrare quindi la presenza della dottoressa Colella del reparto di pediatria del Dono Svizzero di Formia.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here