La partecipazione dello Sporting Club Maranola alla giornata di calcio con i diversamente abili al Kick Off di Gianola

Una squadra che si sta appena organizzando per la nuova stagione sportiva, la seconda consecutiva della serie C regionale di calcio a cinque femminile, e comunque in questo frangente estivo dove si stanno facendo vacanze o quasi, la dirigenza dello Sporting, in attesa di capire in quanto tempo ci sarà la possibilità di ritornare a giocare nel palazzetto dello sport di Maranola, danneggiato da quel tornado di febbraio che ha scoperchiato una parte del tetto e quindi dalla amministrazione comunale è stato dichiarato temporaneamente inagibile, intanto si può dire che questa squadra ha un n uovo “mister” che si chiama Massimiliano Balzano, ex-portiere, che ha nel ospiti dei centri diurni del Golfo di Gaeta. E’ stato un momento di aggregazione e di gioia che ha coinvolto non solo i ragazzi ospiti dei centri ma anche gli accompagnatori ed il gruppo. I gruppi invitati sono stati: Arte insieme di Itri, L’aquilone di Formia, l’Herasmus di Formia, l’Arca di Noè di Minturno. Una giornata che ha visto le ragazze del calcio a cinque di divertire e di divertirsi a giocare con questi ragazzi che hanno dei problemi, ma sono belli perché belli sono dentro la loro anima, dei giocatori diversamente speciali che suo passato da giocatore ampi e significativi trascorsi sia nel mondo del calcio a 11 che a 5, nonché le recenti esperienze anche da trainer, ed ha accettato di buon grado la proposta avanzata dalla società formiana decidendo di intraprendere una nuova ed intrigante sfida nel panorama del calcio femminile del Golfo di Gaeta. ma la giornata è stata importante perché l’11 luglio le ragazze hanno partecipato alla manifestazione “Il Gusto e l’Arte di Calciare Insieme”, una manifestazione che ha previsto un incontro di calcetto dove i protagonisti sono stati gli hanno la gioia nel loro cuore in un momento di inclusione veramente molto bello. Come è stato bello vedere le giocatrici formiane mostrare quel lato femminile che in campo non sempre è visibile perché le ragazze in campo sono veramente cariche agonisticamente, ma questa volta la femminilità è venuta fuori alla grande pur giocando a calcio, e questo è stato veramente bello.

Articoli Correlati

- No Comments on this Post -

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *