il movimento politico SINISTRA ITALIANA, dopo il congresso nazionale (30 e 31 gennaio) e regionale del Lazio (27 e 28 febbraio), con la conferma di Nicola Fratoianni quale Segretario nazionale e la nomina di Massimo Cervellini a Coordinatore Regionale, conclude a Latina la fase congressuale del partito, con la costituzione del Circolo Provinciale e con la nomina di Giuseppe Bortone, di Formia, quale Coordinatore del medesimo Circolo. Il contesto pandemico, caratterizzato dall’acuirsi di criticità sociali ed economiche già presenti nel paese, non ha impedito, pur nella straordinarietà, che le assemblee congressuali in modalità telematica, aperte anche a contributi e presenze esterne, costituissero momento di significativo confronto, a tratti, anche sofferto. Sinistra Italiana, consapevole della dura e dolorosa prova (sanitaria, economica, culturale e sociale) a cui l’intero paese, compreso il nostro territorio provinciale, è sottoposto e che travolge e stravolge vite ed esistenze, vuole continuare ad offrire il suo contributo di idee e di impegno, quale Sinistra riconoscibile, antifascista e garante delle libertà e dei valori costituzionali. Quale forza parlamentare di opposizione, non aprioristica ma costruttiva, rimane attenta e strettamente connessa con tutto quanto, dentro e fuori dal Parlamento, possa rappresentare una alternativa chiara e coraggiosa per il Paese, aperta al coinvolgimento e al dialogo con quelle forze e movimenti politici, realtà associative democratiche, progressiste ed ecologiste che, sulla scorta dei propri valori, visioni e progettualità, possa bloccare ogni tentativo d’arretramento a destra della nazione e dei territori. Anche “Sinistra Italiana Latina” rimane attenta a quanto, in tale direzione, si muove o si possa muovere, per l’affermazione di governi locali che, nell’amministrare le Città, mettano al primo posto i cittadini e le loro insopprimibili richieste di giustizia e di eguaglianza sociale.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui