La mozione presentata dai consiglieri Forte e Coluzzi

Enrico Forte
Enrico Forte

Il PD è intervenuto riguardo la questione dei plessi scolastici anche perché la maggioranza ha bocciato la mozione d’ordine che hanno presentato i consiglieri di minoranza. Ecco ciò che hanno scritto: Oggi, durante il consiglio in cui si discuteva del riequilibrio di bilancio, ci siamo trovati di fronte ad una presa di posizione della maggioranza che si fatica davvero a comprendere. Certi che la dialettica tra le parti sia sempre positiva e che vogliamo tenere fede al principio di una opposizione costruttiva, abbiamo presentato un emendamento per destinare 49mila euro alla manutenzione dei plessi scolastici comunali, pensando che in sede di riequilibrio fosse di primaria importanza ribadire almeno questa priorità. Peraltro l’indicazione era quella di prelevare tale somma dal fondo di riserva, senza intaccare gli equilibri economici dell’ente. Facciamo davvero fatica a spiegare alla città che i consiglieri del gruppo unico hanno votato contro la nostra proposta, salvo poi presentare un identico ordine del giorno da sottoporre all’aula per la votazione. Un atteggiamento che mette in evidenza i paradossi di un gruppo consiliare di maggioranza che  pur di apporre la propria firma alle proposte sensate e responsabili dell’opposizione rischia di danneggiare la città. Da queste prime battute di consiliatura,  oltre ad un refrain già stanco sulla necessità di approfondire nelle ‘sedi opportune’ come se il Consiglio non fosse una sede per orientare e decidere, emerge un atteggiamento di chiusura che preoccupa, anche laddove le decisioni da prendere sono palesi e pacifiche. Il bene comune tanto celebrato per sua natura non è prerogativa di una parte sola. E’ stata necessaria una Commissione capigruppo per arrivare ad un ordine del giorno congiunto con cui si arriverà a discutere degli interventi nella competente Commissione consiliare, portando poi il provvedimento che scaturirà a nuovo dibattito e nuova approvazione in Consiglio comunale. Prima del nuovo anno scolastico, si spera. Crediamo che laddove sia possibile, come nel caso odierno, la maggioranza debba avere il coraggio di abbracciare le buone proposte abbandonando le riserve e i preconcetti. Altrimenti per questo come per altri temi si perderà del prezioso tempo. E la città continuerà a non avere risposte.”

Articoli Correlati

- No Comments on this Post -

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *