La mostra “Il Neonaturalismo di Rosaria Iazzetta” allo spazio Comel di Latina

Locandina

Nuovo appuntamento con l’arte allo Spazio Comel di Latina: sabato 12 maggio alle ore 18,00 alla presenza del Prof. Giorgio Agnisola, che insieme al prof. Stefano Taccone è autore dei testi critici del catalogo ad essa dedicato, sarà inaugurata la mostra Il Neonaturalismo di Rosaria Iazzetta. In esposizione alcune opere in acciaio, un’installazione in alluminio e una in legno e terracotta, che raccontano all’osservatore una storia di profonda attualità, legata a tematiche sociali, ambientali e anche di cronaca. Artista poliedrica originaria di Mugnano di Napoli, docente di Scultura all’Accademia di Belle Arti di Napoli, Rosaria Iazzetta ha stregato la giuria con la sua incredibile capacità di lavorare i metalli. La scultura che le ha fatto guadagnare la vittoria infatti presenta delle saldature dell’alluminio fatte con estrema perizia che donano al metallo una forma fortemente drammatizzata ed evocativa. Questa sua maestria le ha permesso di esporre, studiare e insegnare non solo in diversi paesi d’Europa, ma anche in Giappone, paese in cui ha perfezionato la sua formazione, in Kenya e Australia. All’attività accademia e artistica, Rosaria Iazzetta affianca uno strenuo impegno sociale: proprio attraverso l’arte la scultrice denuncia, spesso con ironia, i mali della società contemporanea, facendo riferimento in particolare alla grave situazione della Terra dei Fuochi. Ma la sua arte non è intrisa di pessimismo, è piuttosto un monito a rialzarsi dalle proprie ceneri, le sue sculture infatti sembrano quasi forme umanoidi mutate che tentano di rimettersi in piedi e continuare a lottare per la sopravvivenza, nonostante le contaminazioni subite. La mostra sarà aperta dal martedì al sabato dalle 17.00 alle 20.00 fino al 26 maggio.

 

 

Articoli Correlati

- No Comments on this Post -

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *