Patrick Zaki

Gli attivisti del movimento Amensty International il 18 giugno saranno sotto palazzo Montecitorio a Roma, alle ore 17, per chiedere la scarcerazione di Patrick Zaki, prigioniero di coscienza ingiustamente detenuto in Egitto. Ercco quello che hanno scritto gli attivisti:

Roma, 18 giugno 2021 ore 17:00 

PATRICK GEORGE ZAKI LIBERO SUBITO! 

 Amnesty International giovani 

Patrick George Zaki, studente e attivista egiziano, si trova in detenzione preventiva dall’8 febbraio 2020. Il prossimo 16 giugno lo studente dell’Università di Bologna trascorrerà il suo trentesimo compleanno in carcere, dove rimarrà almeno per i successivi trenta giorni e fino a data da destinarsi. Patrick è uno dei tanti prigionieri di coscienza delle carceri egiziane, detenuto esclusivamente per il suo lavoro in favore dei diritti umani e per aver espresso pacificamente le proprie opinioni politiche sui social media. Patrick ha diritto a un processo equo, ha diritto di lavorare per i diritti umani e di esprimere la propria opinione, e soprattutto deve tornare libero, ora.

Il gruppo giovani di Amnesty International Roma, con la partecipazione del gruppo giovani di Latina, sarà a Piazza Montecitorio il 18 giugno dalle ore 17 alle ore 19 per chiedere l’immediata scarcerazione di Patrick. Per l’occasione 16  attivist* verranno ammanettati e bendati, uno per ogni mese ingiusto di galera che Patrick sta scontando per essere semplicemente uno come noi, cioè un difensore dei diritti umani. Abbiamo inoltre lanciato, insieme agli altri gruppi giovani di Amnesty International presenti sul territorio nazionale, una settimana di eventi online e in presenza, dal 14 al 20 giugno, per accendere i riflettori sul caso di Patrick e sulla situazione in Egitto.

Non tutt* hanno la possibilità di scendere in piazza e gridare al mondo il loro sconforto e la loro rabbia nei confronti delle ingiustizie, noi sì, e lo faremo per dire a gran voce che non è possibile che un difensore dei diritti umani sia trattenuto ingiustamente in carcere per tutti questi mesi. Lo dobbiamo a Patrick e a tutt* quel* che si trovano nella stessa situazione. È il momento di dire basta.

Patrick George Zaki libero subito!

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui