falsità1Forse all’ipocrisia non c’è medicina, ma diventa quantomeno ripetitivo ricordare l’ipocrisia dei liberi pensatori della nostra epoca. L’ultima dimostrazione di democrazia, libertà e accettazione dell’altro arriva dalla Polonia. O meglio: dalla Germania verso la Polonia. Come riferisce l’agenzia Corrispondenza Romana: “L’ultima trovata degli abortisti è infatti il “drone dell’aborto” che sabato 27 giugno si alzerà in volo in Germania, da Francoforte sull’Oder, per planare sulla confinante Polonia e, sorvolandone il territorio, sganciare pacchi di pillole abortive che saranno raccolti e distribuiti alle donne “bisognose”.” Ovviamente è tutto legalmente in regola: “Come si legge sul sito ufficiale di Women on Waves, gli organizzatori dell’iniziativa sono riusciti ad aggirare abilmente le leggi tedesche e polacche, dal momento che quest’ultime non prevedono alcuna particolare autorizzazione per poter far volare un drone che […] è utilizzato per scopi commerciali, rimane nel campo di vista di colui che lo manovra e non vola in spazi aerei riservati.” Ovviamente se fosse accaduto a parti invertite, magari con il lancio di volantini illustrativi degli effetti drammatici dell’aborto, avremmo pagine di giornali, servizi di telegiornale e salotti televisivi pieni di tante chiacchiere sulla discriminazione, la violenza cattofascista e blaterazioni varie. Così come accade quando in altri Paesi si fanno determinate leggi. Se la legge è a favore dei liberi pensatori (vedi l’approvazione del “matrimonio” omosessuali in Irlanda) si parla di grande manifestazione di popolo, di civlità, di libertà e democrazia dandone grande risalto mediatico; quando, invece, (come accaduto, al contrario, in Austria che hanno votato no ai “matrimoni” omosessuali) si tace o si parla di bigotta violenza di un piccolo gruppo cattofascista (ovviamente). Quello che spesso manca, prima ancora della volontà e la capacità di discutere su determinati temi, è l’onestà intellettuale e il dispotico metodo linguistico di usare pesi e misure di giudizio diverse in base alla convenienza ideologica. Forse a volte basterebbe questo per capire quanto siano “valide” certe dottrine.

admin
Author: admin

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui