La Guardia Costiera mantiene alta la vigilanza sulla coste di Terracina e San Felice Circeo

E’ partita  nelle prime ore dell’alba del 7 aogsto una intensa attività di sorveglianza a tutela delle spiagge libere del litorale latinense da parte degli uomini della Guardia Costiera di San Felice Circeo e di Terracina in ausilio alle locali forze di polizia, Stazione dei Carabinieri di San Felice Circeo e Polizia locale. Liberate le spiagge libere del Comune di San Felice da attrezzature balneari installate abusivamente o lasciate incustodite sull’arenile libero per più di 1400 mq. “Numerose le segnalazioni in tal senso” hanno affermato gli uomini della Guardia Costiera che cercano di intervenire anche se principalmente occupati nelle attività di soccorso e vigilanza in mare, chiaramente più intensa nel periodo estivo e soprattutto a ridosso della settimana di ferragosto. Immancabili anche i soliti interventi al Circeo, di assistenza alle unità in avaria in prossimità della scogliera di Punta Rossa, da parte della Motovedetta di polizia CP736 e della Motovedetta di Soccorso CP 834 che è intervenuta in serata, per salvare un uomo di circa 45 anni rimasto bloccato nella grotta dell’Impiso dove si era recato via terra, ma a causa del repentino aumento del moto ondoso si era visto il passaggio sbarrato. Indispensabile anche stavolta l’aiuto degli uomini della Guardia Costiera Ausiliaria e dell’ARES 118 intervenuta a causa del forte malore accusato dallo stesso dopo l’intervento.

Articoli Correlati

- No Comments on this Post -

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *