Guardia Costiera

Nella serata del 18 ottobre sono stati ritrovati e soccorsi 6 migranti a bordo di un barchino nelle acque dinanzi a Mazara del Vallo. Il barchino era partito circa una settimana fa dall’Algeria insieme ad altre due unità che nei giorni scorsi erano riuscite a raggiungere le coste sarde. Per la ricerca di questo terzo barchino la Centrale operativa della Guardia Costiera con sede a Roma (IMRCC) ha impegnato diversi mezzi aeronavali del Corpo, di altre Forze Armate, di Polizia e mezzi dell’Agenzia FRONTEX. Grazie alle segnalazioni giunte in questi giorni dai parenti dei migranti a bordo dell’unità dispersa, che hanno fornito alla Centrale operativa di Roma i numeri dei telefoni cellulari dei propri congiunti, si è potuto localizzare la posizione del barchino e concentrare le ricerche nelle acque siciliane antistanti Trapani. Nel tardo pomeriggio del 18 ottobre un velivolo dell’AM impegnato nelle ricerche ha avvistato il barchino e ha informato la Guardia Costiera di Palermo che ha inviato sul posto una motovedetta della Guardia Costiera di Mazzara del Vallo che, intercettato il barchino a circa 8 miglia dal porto, ha successivamente proceduto al trasbordo delle persone. I migranti soccorsi hanno dichiarato all’equipaggio della motovedetta che inizialmente erano in 11 ma che durante la navigazione 5 di loro deceduti, sono stati abbandonati in mare.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui