La lentezza della giustizia italiana è un qualcosa di talmente notorio, che non fa neanche più notizia, sono ben 28 mila le persone detenute ma ancora in attesa di processo, così come esistono casi in cui l’arresto può arrivare dopo quindici anni dall’arresto del colpevole, mentre per quanto riguarda i processi civili nel nostro paese la durata media è di otto anni e sette mesi. La legge Pinto varata nel 2001 proprio per garantire una ragionevole durata dei processi prevede sei anni di tempo massimo, i dati sono quelli forniti dal Ministero di grazia e giustizia, confermano che in Italia i processi durano tre volte di più che nel resto dei paesi europei. Se si è fornitori di servizi in causa con un’azienda, che non paga, si ha tutto il tempo di fallire e poi chiudere l’attività: recentemente un’udienza del primo grado di giudizio è stata rinviata tra tre anni, giusto per stare ai ripari della legge Pinto che prevede un risarcimento per chi non ha avuto almeno una sentenza di primo grado, entro i primi tre anni. In Italia ci sono quasi nove milioni di processi pendenti, ogni anno duemila persone fanno causa allo stato per ingiusta detenzione o per errore giudiziario, i debiti accumulati dallo stato per la lentezza dei processi ammontano a 750 milioni di euro. Quale azienda straniera può stare tranquilla aprendo un’attività nel nostro paese con il rischio che qualsiasi contenzioso legale che potrebbe sorgere potrebbe diventare lungo come un’eternità? Il capitolo più imbarazzante riguarda gli indennizzi che lo Stato è condannato a versare per ingiuste detenzioni ed errori giudiziari, dovrebbe trattarsi di casi rari, invece la media degli ultimi anni è allarmante con quasi 2.400 procedimenti ogni anno, solo nel 2011 i risarcimenti versati lo Stato verso chi è rimasto vittima di un errore giudiziario o ha subito un periodo di ingiusta detenzione sono stati pari a oltre 46 milioni di euro. Nonostante le 270 le giornate di lavoro nelle aule di tribunale, i magistrati, unico caso in Italia, godono di quasi due mesi di ferie all’anno, privilegio che per altro non intendono rinunciarvi nonostante i tanti errori giudiziari che portano la loro firma.
Rino R. Sortino

Rino Sortino
Author: Rino Sortino

Giornalista e opinionista televisivo, nel passato ha partecipato in qualità di opinionista a trasmissioni quali "passione sport" presso lazio tv e gold tv

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui