Foce Verde

Una situazionme veramente paradossale: un progetto pronto alla realizzazione e ancora non si muove. La Federlazio di Latina, alla luce del recepimento da parte della Regione Lazio, su istanza del Comune di Sabaudia e del  Parco del Circeo, delle contestazioni relative ad una possibile erosione della costa che la realizzazione dell’opera potrebbe determinare, si pone l’interrogativo sulla sua realizzazione. L’associazione che riunisce le piccole e medie imprese prende spunto dal progetto elaborato dal appall’interno del quale era contenuto anche uno studio delle maree e dell’impatto sulle coste vicine, studio che aveva escluso l’ipotesi dell’erosione, per ribadire di essere stata fin dall’inizio a favore dell’opera portuale  “sostenendola e mettendosi a disposizione per qualunque tipo di supporto e a tal  proposito costituì un’associazione di imprese, poi sciolta, specificatamente per  vedere l’opera realizzata quanto prima”.  Federlazio ha difeso quel progetto anche nei due incontri avuti con il sindaco Damiano Coletta e l’assessore Emilio Ranieri per cercare di rilanciare il progetto di Noli e portarlo a definizione. Ha sottolineato la Federlazio: “Nulla è accaduto o perlomeno nulla abbiamo più saputo e così ci chiediamo se il Comune di Latina ha intenzione di produrre proprie osservazioni circa la decisione della Regione e le istanze del Comune di Sabaudia e del Parco del Circeo contro la realizzazione dell’opera e se il progetto del porto di Foce Verde per questa amministrazione è ancora interessante oppure possiamo tranquillamente archiviarlo e non parlarne più. Se il porto non è considerato un’opera fondamentale si smetta pure di parlare di riqualificazione della marina”. 

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui