La democrazia dell’informazione

Circle_reflect_wikipediaL’informazione è una cosa importate. Sapere le cose, per conoscere, capire e decidere, è fondamentale. Per questo l’informazione è sempre al centro dell’attenzione di ci governa. Il problema, infatti, non è sapere o non sapere, ma sapere bene o sapere male. A volte dare un’informazione sbagliata è più dannoso che non darla per niente. Ignorare un fenomeno è meno pericoloso che raccontarlo dando delle notizie totalmente o parzialmente false. Per questo il fenomeno Wikipedia, l’enciclopedia gratuita online, ha riscosso grande successo. Anche perché permette, almeno nelle intenzioni, di informare anche su questioni minori che le enciclopedie tradizionali trascurerebbero, di essere puntuale nell’informazione e di svincolarsi dal dominio degli esperti, permettendo a chiunque di considerarsi tale e fornire informazioni. Tutto questo, però, ha portato a delle significative conseguenze. “Jar’Edo Wens è un’entità divina venerata dagli aborigeni australiani: è il dio della “potenza fisica” e della “conoscenza terrena”. Il suo nome è comparso sui libri ed è stato scolpito sulle rocce. Il guaio è che il mese scorso la sua esistenza è stata infine smentita. Non esiste una divinità che si chiami Jar’Edo Wens, nel pantheon divino aborigeno australiano. Jar’Edo Wens è stato invece il frutto di uno scherzo: una bufala pubblicata su Wikipedia nove anni fa da un anonimo utente australiano. [Il Post] Nove anni. Per nove anni chi ha avuto accesso a quella pagina di Wikipedia (e a quelle annesse) ha creduto il falso sugli aborigeni australiani. “Chiedete a qualsiasi impallinato di Wikipedia e vi dirà che le bufale e le notizie false sono una conseguenza fisiologica del progetto: fin dal primo giorno in cui andò online nel 2001, vandali e gente interessata a far circolare cose false hanno dato il proprio meglio per fare danni.” Tra la stupidità di molti e gli interessi di pochi, rimane la certezza che non tutto ciò che leggiamo su internet, anche se sotto la benedizione di Wikipedia, può essere considerato certo e totalmente attendibile.

Articoli Correlati

- No Comments on this Post -

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *