La consegna dei lavori per la manutenzione del torrente “Pontone”

Comune di Latina

E prevista per  martedì 13 novembre, la consegna lavori di manutenzione ordinaria del “fosso di Pontone” detto anche “Rio d’Itri”. Al Comune di Gaeta la Regione Lazio aveva conferito un finanziamento di 240mila € finalizzato proprio alla messa in sicurezza delle aree prospicienti il tratto del torrente che insiste nel territorio comunale. Questo primo intervento serve soprattutto a rendere il deflusso delle acque più libero dagli ostacoli presenti nell’alveo del fossato. Ha spiegato il Sindaco Mitrano:  “Andiamo a ridimensionare l’attuale rischio di esondazione del torrente, con l’auspicio che la Regione Lazio provveda a stanziare ulteriori fondi in maniera periodica e continuativa per le attività di manutenzione sovracomunale finché il rischio non venga definitivamente eliminato. Proseguiamo quindi con la massima attenzione ed impegno l’attività di monitoraggio e pulizia del fossato di Pontone andando a ristabilire condizioni di massima sicurezza“. Un primo finanziamento che prevede degli interventi di mitigazione del fenomeno delle esondazioni attraverso il taglio della vegetazione, la pulizia dell’alveo tramite asportazione dei sedimenti di qualsiasi dimensione e gli interventi puntuali di ingegneria naturalistica.  Il bacino idrografico del torrente Pontone attraversa tre comuni: Formia, Gaeta ed Itri, con una superficie complessiva di 55,03 kmq ed una lunghezza totale pari a 14 km circa. Mentre l’area interessata dagli interventi, che ricade nel territorio comunale di Gaeta, ha una superficie di 4,21 kmq ed una lunghezza pari a 3.428 m. Ubicato sul versante tirrenico dei monti Aurunci, il Rio d’Itri, sfocia a mare in corrispondenza della spiaggia di Vindicio nel Comune di Formia. In alcuni tratti fortemente antropizzato, il bacino ha comportato negli anni notevoli criticità a causa di frequenti esondazioni, in alcuni casi pericolosissime per l’incolumità degli abitanti presenti nelle sue prossimità.

 

Articoli Correlati

- No Comments on this Post -

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *