La Confconsumatori protesta contro il ritardo della Asl per l’acqua torbida


Lettera Asl

Ecco quello che  ha scritto il responsabile della Confconsumatori avvocato Franco Conte riguardo le analisi Asl sull’acqua dopo che ci sono stati dei fenomeni di torbidità nel Sud Pontino: ” Dopo un sonno durato decenni in pieno clima natalizio, il 27 di dicembre alle ore 12.14 (con spirito di abnegazione e sprezzanti del dovere di godere appieno le ferie natalizie) la ASL di Latina o meglio il Dipartimento di prevenzione UOC Igiene Alimenti e Nutrizione con sede a MINTURNO ha avuto un sussulto.
Avranno forse aperto i rubinetti del bagno e avranno per la prima volta visto l’ACQUA TORBIDA!
E quindi avranno pensato bene di scrivere ad Acqualatina per chiedere lumi sull’accaduto e il dà farsi. Ed Acqualatina come risponderà? Già la vediamo la solerte missiva: “in merito al fenomeno di torbidità dell’acqua, che ha interessato i Comuni del Sud Pontino in particolari situazioni di piogge intense, siamo spiacenti di informarLa (signora ASL ndr) che esso non è riconducibile a diretta responsabilità del Gestore, bensì ad eventi di forza maggiore determinanti l’ormai noto fenomeno naturale che interessa le centrali di Capodacqua e Mazzoccolo e per il quale il Gestore è comunque attivo nella ricerca di una soluzione permanente (filtri ad osmosi ecc.). – Se non se ne fosse accorta signora ASL siamo attivi dal lontano 2010 ed abbiamo già la soluzione in tasca ma poiché non vogliamo privare il sud pontino del dorato liquido stiamo ancora attendendo a metterla in atto con l’assenso dei loro sindaci – ndr.” Signora ASL sempre durante il meritato periodo vacanziero/natalizio si ricordi che è proprio Lei che ha il compito di effettuare le analisi dell’acqua e che il 21 di dicembre ha ricevuto un ordine da parte del Sindaco di Spigno Saturnia dove nell’ordinanza n. 73 si legge testualmente: “VISTA l’inadempienza della ASL LT, l’autorità sanitaria locale ha potuto accertare solo visivamente con indagini a campione presso le utenze del territorio comunale, che effettivamente l’acqua erogata dal Gestore Idrico presenza un colore marrone intenso e una consistenza fangosa, con ogni probabilità attribuibile alla presenza di “argilla, sedimento, particelle colloidali, e microorganismi” (da i parametri torbidità indicati dal Ministero della Salute), tale da vietarne l’utilizzo sia per scopi igienici che per scopi alimentari;”
Ed in forza di questa ordinanza si ordina “ALL’ASL LATINA di eseguire immediatamente le necessarie analisi chimiche necessarie a riscontrare i valori di torbidità dell’acqua e a comunicarle tempestivamente all’autorità sanitaria locale;”. E poi c’è stata la denuncia del Sindaco di Formia il 23 dicembre a turbare il clima già di vacanza della signora ASL che impegnata per tutto il Santo Natale ha prodotto una dettagliata missiva nella quale si afferma che è solo Acqualatina in autocontrollo che deve fare le analisi, che risulta inspiegabile il perché abbiamo acqua torbida per cosi tanto tempo, come se fosse normale averla anche solo per qualche giorno, del resto in Italia accade ovunque di avere acqua torbida ogni due e tre. E sollecita Acqualatina a porre in essere tutti gli accorgimenti necessari per risolvere il problema della torbidità … su uno sforzo in più si può fare, si può fare decisamente di meglio e noi lo sappiamo che le professionalità necessarie ci sono basta solo svegliarle. Quindi sempre compatibilmente con il periodo di festa ci faccia sapere quanto prima se l’acqua che stiamo bevendo ci permetterà di festeggiare il Natale 2020 o se invece dobbiamo apprestarci a vivere con maggiore ardore quest’ultimo Natale evitando di perdere tempo in inutili proteste per l’acqua torbida, lasciando quest’ultime a chi verrà dopo di noi. L’ASL HA PARTORITO UN TOPOLINO!”

Articoli Correlati

- No Comments on this Post -

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *