banner 728x90
Paola Villa
Paola Villa
Dario Colella
Persone presenti
Persone presenti
Gianni Costa

Una campagna elettorale chiusa dove l’aveva cominciata, ossia piazza Tommaso Testa con delle persone che le persone che l’hanno sostenuta in questa campagna elettorale è stata fatta da tante persone, non solo i 96 candidati nelle quattro liste, ma anche i tanti sostenitori, le tante persone che hanno scritto, tante persone che hanno dato consigli, tante persone che hanno sostenuto. Infatti lei, quando le persone gli hanno detto “In bocca al lupo” lei ha sempre risposto “viva il lupo”, oltre che “Viva Formia”. Perché si è raccontato la storia. Una storia fatta di tante persone, la storia fatta non di speranza ma di concretezza, perché il progetto politico di Paola Villa credibile, fattibile e ovviamente la sua candidatura deve portare alla vittoria perché Formia di una vera credibilità, di una vera rinascita, questo lo si vuole, perché ci sono tante persone. A chi glielo ha detto “chi te lo ha fatto fare”, lei ha sempre risposto “il mare, le montagne, Formia”, con i suoi piccoli e grandi problemi, e tutti si sono impegnati a dire che non è vero che fa politica è un approfittatore, non è vero che chi fa politica lo fa per il suo interesse, ma perché ci sono tan ti candidati, tante persone che ci hanno messo la faccia, perché hanno detto che Formia dopo 20-30 anni ha bisogno di una reale e concreta alternativa che si chiama Paola Villa sindaco e un consiglio comunale formato dai nostri consiglieri comunali. Il progetto è partito da lontano, da sette anni fa, un progetto fatto da una coalizione reale della politica perché dietro non ci sono simboli di partito, e quindi è un valore importante perché il “nostro partito” è Formia, non è uno slogan, perché è stato spiegato a chi ha voluto scherzare su questo, il nostro partito è Formia, perché i partiti tradizionali non hanno mai messo al centro la città, ma Paola Villa e gli altri sono stati presenti, e chi si è schierato dietro i simboli dei partiti ha fatto si che Formia fosse solamente terra di conquista elettorale, di bacini di voti, con campagne elettorali di regionali, nazionali ed europee, dove i politici nelle varie competizioni sono eletti e poi vanno via. Con Paola Villa sindaco lei da sindaco vuole parlare con tutti e se i politici vengono qui i voti dei formiani se li devono conquistare, Perché deve essere risanata la sanità pubblica, perché deve essere fatto in modo che riparta l’economia, perché questo è importante, bisogna colloquiare con queste persone, e quindi si parlerà con tutti, perché non esiste un consigliere comunale con cui non si dovrà parlare. E ogni volta si dovrà sponsorizzare la città perché tutti coloro che hanno votato queste persone dovranno mettere a conto i loro voti, si parlerà con tutto l’arco costituzionale, perché Formia non si venderà per un pugno di voti. Tra tante persone che hanno accompagnato questa cavalcata elettorale c’è stata una persona che la Villa ha conosciuto, una persona conosciuta un po’ di tempo fa, l’aveva conosciuta nel 2013, e costui non se l’era sentita di appoggiarla nella precedente campagna elettorale perché i tempi non eran0 maturi, la proposta di allora non sembrava molto concreta, ma oggi la proposta politica di Paola Villa era veramente concreta, una proposta che Pasquale Di Gabriele ha accettato di buon grado di metterci la faccia ed a sostenere il candidato sindaco. Un progetto che ha avuto bisogno di tempo per svilupparsi, dal 2013 cin sono voluti altri cinque anni, ma stando fuori dal consiglio comunale, facendo non opposizione extra consiliare, ma proposizione extra consiliare, perché si vuole fare politica in città si deve anche proporre a chi la governa e l’amministra. Quindi non a caso Pasquale Di Gabriele questa volta ha accetto di sostenere questo progetto. Una presentazione di uno dei candidati che poi il 10 giugno è risultato tra gli eletti delle liste di Paola Villa.

 

banner 728x90