lungomare di Latina

E’ stato fatto il punto della situazione sullaMarina di Latina,  tema al centro dell’ultimacommissione Trasporti e Sicurezzadel 14 luglio in Comune. Attenzione sopratutto alla viabilità sul lungomare,al fine di migliorarla soprattutto in vista dei fine settimana che vedono un maggiore afflusso di frequentatori delle spiagge. Ha spiegato il consigliere comunale Maria Grazia Ciolfi di Lbc: “Come consigliere con mandato ho fatto seguire alla precedente commissione Lavori pubblici e manutenzioni l’approfondimento sulla chiusura del Ponte del Mascarello con l’intento di mantenere alta l’attenzione dei consiglieri e degli uffici sul problema, pur nella consapevolezza che un reale alleggerimento del traffico potrà avvenire soltanto con il completamento di Via Massaro. Un intervento che finalmente darebbe al litorale quella viabilità alternativa che serve a rendere la marina fruibile in modo più agevole”. Nel frattempo si stanno studiando delle modalità alternative, anche con il supporto della Polizia Locale, per la quale ha partecipato in commissione il comandante Francesco Passaretti, come ha spiegato la stessa Ciolfi. “Sarà intanto rivista la segnaletica che indica la chiusura del ponte. E poi saranno vagliate alcune ipotesi per alleggerire il traffico: tra le proposte emerse dai membri della commissione, la rimodulazione della durata del semaforo all’incrocio tra via Casilina e la strada Litoranea, oppure che esso venga gestito direttamente da una pattuglia e valutare l’opportunità di far deviare parte del traffico sul Vasco de Gama dalla via lungomare sempre con il supporto della Polizia Locale, che valuterà quindi eventuali interventi dopo opportuni sopralluoghi e verifiche”. Altro tema trattato è stato  quello delle spiagge, come anche quello dell’attività degli steward: “Rispetto al video che nei giorni scorsi era stato diffuso da alcuni cittadini, è stata informata la cooperativa e ringrazio l’assessore Bellini per i rapido intervento. Il lavoro degli steward è importantissimo perché, sebbene svolto in punta di piedi sulle abitudini delle persone, ricorda la necessità di rispettare le regole anticovid. L’emergenza non è terminata. È stato inoltre prodotto da Abcper il Comune del materiale informativo che ricorda le regole per il distanziamento e l’uso delle mascherine, soprattutto riguardo al corretto smaltimento di mascherine e guanti, per evitare che vengano dispersi nell’ambiente dopo l’uso. Questo materiale sarà distribuito dagli steward in maniera mirata in situazioni di criticità, per riportare l’attenzione sul corretto comportamento da tenere rispetto al Covid ed allo smaltimento dei rifiuti in spiaggia. Nonostante l’emergenza sanitaria, in sintesi, siamo rimasti nei tempi, e oggi abbiamo un mare attrezzato: docce comunali; bagni chimici in legno e sanificati cinque volte al giorno; tutte le pedane blu per l’accessibilità sono state posizionate”. Ha commentato Gianni Rinaldi, presidente della commissione: “Il servizio svolto dagli steward è un vitale per l’utilizzo degli arenili in sicurezza. Per quanto riguarda i controlli, saranno intensificati quelli sulle superfici aggiuntive degli stabilimenti e la regolarità di chi affitta ombrelloni e sdraio: questo per evitare abusi nell’utilizzo della spiaggia libera non solo per una questione di legalità, ma anche per la sicurezza dei cittadini che scelgono tale spazio anziché il privato, perché abbiano a disposizione il giusto distanziamento e non si trovino in condizioni di sovraffollamento”. Capitolo manutenzioni: riguardo alle passerelle, oggi i lavori procedono (il bando per le ristrutturazioni era pronto a marzo, ma il Covid l’ha bloccato). Ha concluso la Ciolfi:  “L’indirizzo condiviso con la maggioranza è quello di arrivare ad una sostituzione completa; quest’anno sono stati stanziati 220mila euro per la manutenzione ed è stato aumentato il personale, ma ci troviamo comunque davanti a strutture usurate per le quali ogni anno si spendono troppe risorse. Ci prendiamo la responsabilità politica di questa scelta che crediamo sia la soluzione migliore per risolvere definitivamente il problema”. Un cenno anche  alla Bandiera Blu, che latina ha avuto riconfermata anche per il 2020: “Sono stati messi in atto nei tempi previsti dalla Fee tutti gli adempimenti: siamo fieri di aver ottenuto di nuovo questo prezioso riconoscimento. Abbiamo lavorato sodo per mantenere gli standard richiesti: dalla cartellonistica, alla raccolta differenziata, il punto blu, l’accessibilità e la qualità delle acque. Premiati gli sforzi e l’impegno dell’amministrazione”.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui