La Commissione Ambiente al lavoro a Latina per un mare libero dalle plastiche

Lido di Latina

A Latina si punta ad avere un mare “plastic free” e “smoke free”, se ne è parlato nella seduta del 26 marzo, della Commissione Ambiente in Comune. Su proposta delle consigliere Maria Grazia Ciolfi (delegata per la marina) e Laura Perazzotti, è stato dato un preciso indirizzo agli uffici: lavorare per rendere il mare di Latina “plastic free” e “smoke free”, per mettere quindi al bando l’utilizzo della plastica ed il fumo di sigaretta in spiaggia: “In quest’ultimo caso, oltre a rappresentare una scelta in favore della salute, l’idea è quella di limitare il più possibile l’abbandono delle cicche sulla spiaggia”. I due temi sono stati condivisi da tutta la maggioranza e la proposta è quella di procedere con una campagna di sensibilizzazione, da attuare eventualmente anche in collaborazione con Abc, Ente Parco ed associazioni di volontariato. Al vaglio dei consiglieri anche l’ordinanza balneare, in pubblicazione nelle prossime ore, che andrà ad aggiornare quella dell’anno scorso. Due le principali novità. Ha illustrato Lbc:  “La prima riguarda la regolamentazione della presenza degli animali da compagnia in spiaggia. Sarà possibile portarli con museruola e guinzaglio su tutto il litorale, la mattina presto fino alle 9 e poi la sera dalle 19 in poi. I proprietari degli animali avranno anche l’obbligo di rimuovere le eventuali deiezioni”. Riguardo la cosiddetta “bau beach”, l’area definita dagli uffici per la zona attrezzata temporanea è in via Valmontorio, in prossimità del ponte Passo Genovese: il tratto interessato, sarà opportunamente segnalato e lì gli animali da compagnia avranno accesso libero in qualunque orario: “L’altra novità riguarda l’assistenza alla balneazione. Gli stabilimenti dovranno garantire la presenza di bagnini non più con vincolo orario dalle 9 alle 19 ma ‘almeno’ per quell’intera fascia oraria, dando quindi la possibilità di estenderla anche in ore precedenti e successive. Va detto che questo orario non è in alcun modo legato a quelli di apertura e di chiusura delle attività commerciali sul litorale”.

Articoli Correlati

- No Comments on this Post -

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *