Logo

Si stanno facendo, un po’ per volta, le riaperture alla luce anche delle vaccinazioni effettuate e anche del calo lento ma progressivo del contagio da Covid. Ecco pertanto che la civica Fondi Vera in una nota ha chiesto in modo immediato la rialepura delle aree verdi e dei parchi giochi dei bambini: “er i bambini della nostra Città continua ad essere impossibile trascorrere un pomeriggio su un’altalena o divertendosi su uno scivolo. Lo segnalammo lo scorso 26 Febbraio, sono trascorsi più di due mesi ma nulla è cambiato, anzi. Nel frattempo le aree gioco ed i parchi cittadini sono sempre più abbandonati e desolatamente chiusi, in alcuni casi l’incuria ha preso il sopravvento, in altri si sono registrati anche atti vandalici come naturale conseguenza dell’assenza di controlli e mancate attenzione. Oggi torniamo a ribadire il nostro pensiero: l’Amministrazione Comunale ha il dovere di correre ai ripari nel più breve tempo possibile. Si proceda con la manutenzione degli spazi, la messa in sicurezza degli stessi e la riapertura di tutte le aree gioco della Città.Lo faccia attivando i P.U.C. (Progetti Utili alla Collettività), lo faccia con l’opera offerta dai beneficiari del Reddito di Cittadinanza, che potrebbero garantire sorveglianza e accessi in sicurezza, lo faccia istituendo i “Patti di Collaborazione” ed affidando la cura degli spazi a Cittadini in forma singola o associata. Purché lo faccia. Le disposizioni normative lo permettono, praticamente tutti i Comuni limitrofi hanno da tempo riaperto i cancelli dei loro parchi, a Fondi sembra che i più piccoli debbano continuare ancora per molto a pagare il prezzo altissimo dell’incompetenza dei suoi amministratori, che stanno arrecando un danno enorme ai bambini ed alle loro famiglie. Fondi Vera chiede a gran voce la riapertura di tutte le aree verdi e gli spazi pubblici del territorio, anche quelli di competenza della Regione Lazio e gestiti dagli Enti Parco Ausoni e Lago di Fondi ed Aurunci. Sperando che alle riaperture di questi giorni si aggiungano presto quelle dei cancelli degli spazi ancora inaccessibili.”

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui