Libriditesto-1Alla crisi (vera o presunta) del libro e dei lettori si è tentato di rispondere con l’introduzione degli ebook. L’effetto forse non è stato di quelli epocali; non si è tratta di un cambiamento significativo e quello degli ebook rimane un mercato di nicchia di persone che già leggono e che, più per motivi economici che per altro, si sono adattate al nuovo formato. Se si mette da parte, perché prima bisognerebbe inquadrare bene l’eventuale problema, la questione della “crisi dei lettori”, cioè la nota denuncia che in Italia si legge poco, ecco che forse qualche risultato si riesce ad ottenere. Il problema non è mai dicotomico e raramente è solamente una questione di mezzi. Chi vuole leggere legge, chi non vuole farlo non lo fa. Poco cambia che sia i primi che i secondi lo facciano o non lo facciano su un ebook reader o su un libro tradizionale. Il problema è semmai culturale. Per i lettori però c’è una curiosa e piacevole novità: la possibilità di stamparsi i libri che si desidera attraverso una macchina espresso presente nelle librerie. Il primo modello in Italia sarà nella nuova libreria Mondadori di Milano. Si tratta sostanzialmente di una macchina che, da un catalogo sterminato (con titoli anche fuori catalogo) permette – in tempi piuttosto rapidi (10 minuti) di stampare e acquistare il titolo che si sta cercando. “Un ritorno al futuro quello dell’editoria italiana che dal cartaceo era passata al digitale con l’ebook e ora si torna alla carta stampata tramite internet. Perché sempre su internet si potrà consultare il catalogo online, per scegliere di pubblicare da sé il libro rilegato (in brossura) con tanto di copertina autentica e a colori.” [lultimaribattuta.it] Sarà possibile anche stampare e rilegare libri inediti, con il già noto sistema del self-publishing. Sembra una di quelle soluzioni intermedie, che lega i vantaggi del libro tradizionale a quelli delle nuove tecnologie (digitalizzazione dei titoli e possibilità di stamparli in tempi brevissimi). Un esperimento da seguire.

admin
Author: admin

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui