La Carburex ribalta il risultato e arriva alla quinta fase

Carburex
Carburex

Con orgoglio e determinazione la Carburex Gaeta ha ribaltato il risultato trascinata da un pubblico finalmente presente e caloroso sulle tribune del Palasport di Fondi, col sostegno di tutta la città rappresentata dal Delegato allo sport, Luigi Ridolfi, la compagine gaetana ha raggiunto la propria mèta, non accontentandosi del minimo obiettivo ma chiudendo i conti sul +7, con un 33-26 che ha consegnato a Ponticella e compagni le chiavi della 5ª fase. Una prova di squadra con tutto il cuore del mondo, un gruppo straordinario che ha saputo cementarsi per continuare ad inseguire un sogno. Difesa attenta e precisa guidata da capitan Ponticella, tra i pali saracinesca Marco Amendolagine, un attacco implacabile e certosino, con Morello (perfetto dai sette metri) e Bono sugli scudi, entrambi autori di 8 reti, seguiti da un incontenibile Lombardi (a quota 7), tutti diretti dalla regia di Amato, senza dimenticare un super Filipovic Antonio che stringe i denti dopo gli acciacchi del match di andata e diventa protagonista in modo particolare nel delicato quanto decisivo finale. Ma, nomi a parte, è il collettivo a vincere, con in testa coach Onelli.

Dopo i primi 5 minuti di studio, i biancorossi (mai costretti ad inseguire per l’intero arco dell’incontro) spingono il piede sull’acceleratore, portando a casa un break di 4-0 che vale il 6-2. Aragona e compagni provano a ricucire lo strappo, 10-8 al 17’, i locali non ci stanno e continuano a correre, con Amendolagine che sbarra la strada agli avversari e Amato che ripristina il +4, 15-11. Parziale confermato al termine del primo tempo, grazie al rigore realizzato da Morello, 16-12. Ma il +4 è un divario troppo fragile da conservare, e il Gaeta lo sa. La ripresa infatti parte con Bono ed un +5 che inizia a far sognare il pubblico, e col passare dei minuti il vantaggio cresce: il 20-14 porta la firma di Antonio. Il Malo non ci sta, vedendo sfumare quanto accumulato in gara 1, ma le maglie difensive dei gaetani diventano sempre più fitte e dove non arrivano ci pensa Amendolagine a completare l’opera. Dal 21’ si raggiunge quota +7, trasformato in +8 da Gallo, 31-23 al 26’. Poi, negli ultimi minuti, la Carburex è costretta agli straordinari dovendo fare i conti con due esclusioni, ma i due sigilli di Antonio, nonostante l’inferiorità numerica, blindano definitivamente il risultato sul 33-26. Qualificazione conquistata, la festa può iniziare. Il commento di Coach Onelli: “È stata la partita che speravamo fosse, con un inizio deciso che facesse subito capire le nostre intenzioni. Siamo stati più lucidi rispetto all’andata e abbiamo messo in atto tutto ciò che avevamo preparato. I ragazzi sono stati tutti grandiosi, sono inoltre contento per il pubblico accorso che sono sicuro tornerà a fare il tifo per noi. Onore anche al Malo, ma penso che stavolta non avrebbe potuto fare di più.” Il delegato allo sport del Comune di Gaeta Ridolfi: “Ho seguito in diretta la partita dell’andata, ma credo che nel ritorno si siano visti i veri valori in campo. Gaeta oltre al cuore ha dimostrato una grande preparazione e una grande tecnica, e penso che il risultato sia giusto e meritatissimo. Adesso andiamo avanti sperando di arrivare il più in alto possibile e soprattutto con l’obiettivo di riportare al più presto questa squadra a Gaeta. Vediamo il traguardo di un nuovo palazzetto ad un passo da noi, e speriamo di poter realizzare anche questo sogno in tempi brevi. Il Gaeta Sporting Club resta la società fiore all’occhiello della nostra città, perché continua a darci lustro a livello nazionale e internazionale, e merita di essere guardata con un occhio di riguardo rispetto alle altre.” Il commento del presidente Antetomaso: “Siamo soddisfatti per questa prestazione, stavolta abbiamo espresso il nostro gioco come siamo soliti fare e penso che la qualificazione sia meritata. Un appello, però, voglio rivolgerlo a tutti i tifosi gaetani, affinché sabato 12 maggio, alle 19, siano presenti al Palasport di Fondi per sostenerci, perché abbiamo bisogno di loro.”

La Carburex Gaeta approda così in 5ª fase, la prima che mette in palio posti per l’accesso al girone unico. E il sorteggio svoltosi presso la sede della Figh ha decretato una sfida che aggiunge tanto entusiasmo ad un finale già molto emozionante: il team biancorosso, infatti, dovrà vedersela con i rossoblu dell’Hc Fondi (provenienti dalla Poule Promozione), nel più classico dei derby. Gara di andata, prevista per sabato 12 maggio, alle 19 (Carburex Gaeta – Fondi), mentre il ritorno è fissato per sabato 19 (Fondi – Carburex Gaeta); entrambi gli incontri si disputeranno presso il Palasport fondano. La vincente del doppio impegno sarà promossa in Serie A girone unico per la prossima stagione, mentre la perdente avrà ancora la possibilità di farcela incontrando in un concentramento le due perdenti degli altri due incroci (Oriago Padova-Merano e Metelli Cologne-Cassano Magnago) dal 25 al 27 maggio, per l’ultimo posto disponibile. Anche in questa fase, se al termine del doppio incontro entrambe le squadre avranno conseguito lo stesso numero di punti, per determinare la vincente si terranno in considerazione prima la differenza reti, poi il maggior numero di reti segnate fuori casa e, per ultimo, i tiri di rigore.

CARBUREX GAETA – MALO 33-26 (p.t. 16-12)

CARBUREX GAETA: Amendolagine, Cienzo, Lombardi 7, Ponticella 1, Marciano, Amato 3, Ciccolella D., Lodato, Bono 8, Morello 8, Ciccolella A., Gallo 1, Antonio Filipovic 5, Pantanella. All. Salvatore Onelli

MALO: Marchioro 2, Bellini 3, Franzan 1, Cocciniglio, Jurina, Marino 2, Cabrini, Berengan, Santinelli, Crosara, Iballi, Argentin 6, Pavlovic 5, Aragona 7. All. Fabrizio Ghedin

ARBITRI: Zendali-Riello

Articoli Correlati

- No Comments on this Post -

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *