Il “je accuse” del Ugl al Comune di Latina

Comune di Latina

L’assunzione del personale da parte dell’Amministrazione di Latina non avviene con una metodologia chiara e trasparente, questo secondo  l’Ugl, rappresentata dai segretari provinciali, da quello  regionale Armando Valiani e dai suoi candidati Rsu, punta il dito contro il Comune.  La nota del sindacato dice che l’’Ente “continua a sfornare determinazioni dirigenziali di assunzione di personale scorrendo graduatorie da Enti locali limitrofi senza rispettare le procedure di legge, e andando a coprire posti cui ambisce il personale che da anni aspetta un giusto riconoscimento professionale per anni di lavoro e impegno profuso per l’amministrazione. La riforma Madia D. Lgs.n°75/2017 reintroduce i concorsi riservati per valorizzare le professionalità per il triennio 2018/2020. Le pubbliche amministrazioni al fine di valorizzare le professionalità interne, possono attivare, nei limiti delle vigenti facoltà assunzioni procedure selettive per la progressione tra le aree riservate al personale di ruolo fermo restando il possesso dei titoli di studio richiesti per l’accesso dall’esterno.   Gran parte dei dipendenti non sono più disposti a tollerare favoritismi, interessi particolari o procedure costruite apposta per i soli raccomandati.”  Ha spiegato il segretario generale regionale Valiani: “ Il sindacato è altresì favorevole al concorso pubblico  visto che l’Amministrazione si trova sottorganico di circa 500 dipendenti, numeri che non consentono alla macchina amministrativa di governare la città capoluogo”.

Articoli Correlati

- No Comments on this Post -

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *