Tiziano Ferro – Jovanotti

C’è stata una intervista doppia per Tiziano Ferro con Jovanotti. I due artisti, che hanno collaborato nella realizzazione dell’ ultimo singolo del cantautore di Latina “Balla con me” si sono resi protagonisti di una chiacchierata “a distanza” che è stata pubblicata proprio da Tiziano Ferro sui suoi canali social. Così, dopo aver abbattuto le distanze nel video del brano con la tecnologia, ci hanno provato ancora con questa intervista doppia che ha spopolato sul web.  Tanti gli argomenti trattati dalla musica che per Tiziano Ferro è “la risposta” e per Lorenzo Cherubini è “la mia vita”, all’ultimo album uscito dei due artisti fino all’ultima volta che hanno calcato un palco per un tour. Durante l’intervista doppia Tiziano Ferro ha confermato la sua passione per Jovanotti e la sua musica che dura ormai dal 1987. Da quell’anno, come ha detto il cantautore di Latina  “ho comprato tutti i suoi dischi. C’è un disco al quale sono particolarmente legato perché durante l’adolescenza è stato un disco di svolta per me che è ‘Lorenzo 1994’”. Tra le canzoni preferite “Penso Positivo”, “Serenata Rap”, ma “Lorenzo è Lorenzo”. Poi cos’è l’Italia per i due cantanti. Ha detto Tiziano Ferro che da anni vive a Los Angeles: “È il sangue, è la base, è il biglietto di ritorno, è il fatto che puoi girare il mondo ma hai sempre quel senso di appartenenza forte, senso di appartenenza ad una famiglia. L’Italia è come i miei genitori, non cambia l’amore; il mio posto è l’Italia anche se la vita mi ha portato a vivere altrove”. Ha dichiarato invece Lorenzo Cherubini: “L’Italia è la mia patria, è una lingua, meravigliosa. E’ il suono di una lingua che mi accompagna in tutto il mondo”, Poi, riprendendo l’ultimo brano che li ha visti collaborare,cos’è ballare. Tiziano Ferro svela di aver voluto fare proprio un concetto di Lady Gaga che gli ha raccontato come con il suo ultimo disco abbia voluto far “danzare via il dolore”. Ha detto il cantautore di Latina: “E’ un concetto bellissimo.  Mi piace portare il corpo a ballare, muoversi, per far sì che lo spirito possa seguire e adattarsi a quello spirito di gioia”. Per Jovanotti, ballare è “la metafora perfetta per l’esistenza, quando la vita è una danza, vuol dire che sta andando bene. La danza è la mia idea di equilibrio”. Per chiudere l’augurio finale: “Canteremo prima o poi ‘Balla per me’ insieme sul palco, spero prima che poi” ha detto Jovanotti; “spero davvero di cantarla dal vivo con questo signore qua, grazie Lorenzo” gli ha fatto eco Tiziano Ferro. 

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui