Inps

Sono gli incredibili ritardi nell’erogazione della cassa integrazione in deroga nel Lazio in generale ma in particolare a Latina, dove si continuano a registrare tempi lunghissimi nell’esame delle domande,che sono stati oggetto di una interrogazione presentata dal deputato pontino Raffaele Trano e indirizzata al Ministro del Lavoro Nunzia Catalfo: “I ritardi sono troppi e troppi quelli legati alla stessa presa in carico delle pratiche da parte dell’Inps. Una situazione particolarmente pesante soprattutto nell’ufficio di Latina,  quindi ho interessato il Ministro affinché fornisca un quadro chiaro su quanto sta accadendo e spieghi come intende superare tali criticità. Uno dei principali obiettivi del Cura Italia è stato quello di dare aiuti immediati a lavoratori e famiglie in crisi a causa dell’emergenza coronavirus. La tempestività nell’erogazione dei bonus e della cassa integrazione è determinante. Il presidente dell’Inps, Pasquale Tridico, il 26 marzo scorso aveva dichiarato che entro trenta giorni sarebbero state pagate le prestazioni della cassa integrazione e dei bonus ma ciò non è accaduto e le difficoltà dell’Inps, che inizialmente erano comprensibili, ora non sono più accettabili.” Trano ricorda come tra gli uffici in cui si registrano i maggiori ritardi vi è quello di Latina. “Ho chiesto a Catalfo  di fornire delle spiegazioni sulle lungaggini nella presa in carico delle domande di cassa integrazione e nei pagamenti delle diverse mensilità lamentati dalla Regione Lazio, quale sia la situazione per le diverse Regioni italiane, e quali iniziative intenda portare a termine per superare tale stallo e dare certezze ai lavoratori e alle loro famiglie, in particolare per l’ufficio del capoluogo pontino”.


LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui