Insultato il sindaco di Cisterna Eleonora della Penna: condanna unanime della maggioranza

Eleonora Della Penna
Eleonora Della Penna

Eleonora Della Penna nelle scorse ore ha ricevuto degli insulti che hanno veramente determinato una condanna unanime della maggioranza, inulti a sfondo sessista in un epoca dove le donne ormai riescono ad esprimersi, tranne qualche eccezione, anche ad alti livelli in politica. E’ arrivata tempestivamente la tempestiva la condanna degli esponenti della maggioranza politica di Cisterna relativa all’atto vandalico, ingiurioso e sessista, apparso su un muro di via Salvatore Quasimodo. Una scritta che colpisce ignobilmente il Sindaco eseguita nottetempo da ignoti. Hanno dichiarato congiuntamente i consiglieri comunali e gli assessori, parafrasando gli imbrattatori:“Oggi come prima la città subisce la violenza di teppisti senza orgoglio, specialisti dell’ingiuria rigorosamente anonima. Un gesto reso ancora più vile dai contenuti evidentemente sessisti che ad un occhio forestiero potrebbero suggerire l’idea di una città abitata da bifolchi maschilisti. Per fortuna tutti sanno che Cisterna ed i cisternesi non sono questo. Abbiamo eletto un sindaco donna ed un consiglio comunale con una eccezionale rappresentanza femminile, oltre ad una Consulta delle Donne (che proprio in questi giorni raccoglie le nuove iscrizioni) molto attiva soprattutto nel contrasto del pregiudizio e della discriminazione di genere. Nel condannare fermamente e senza alcuna esitazione l’atto perpetrato questa notte invitiamo tutte le altre organizzazioni politiche e civiche della città a manifestare il loro sdegno, così da isolare i responsabili ma anche gli indulgenti verso tali espressioni. Possiamo (e dobbiamo) pensarla diversamente su tante cose ma le divisioni ed i contrasti politici non devono mai far scadere il nostro livello di civiltà. E questo vale sempre e per tutti, in Consiglio comunale come per strada, sulla carta stampata come sui social network”.

Articoli Correlati

- No Comments on this Post -

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *